rotate-mobile
Martedì, 25 Giugno 2024
Politica

Emergenza rifiuti: Ama cerca "con urgenza" camion da noleggiare per la raccolta

Circa metà dei mezzi sono fermi in manutenzione e allora l'azienda corre ai ripari. Servirebbero almeno una cinquantina di compattatori per colmare il vuoto di quelli in manutenzione 

Cercasi con urgenza camion per la raccolta rifiuti, compattatori a caricamento laterale e posteriore. Ama pubblica una manifestazione di interesse per noleggiare il prima possibile dei compattatori (ne servirebbero almeno una cinquantina) che coprano il vuoto lasciato dai mezzi fermi in officina. Circa la metà sono guasti e attendono interventi dei privati che si occupano delle manutenzioni. L'immondizia intanto si sta accumulando in strada e la città vive da giorni la sua ennesima emergenza, con minidiscariche che invadono i marciapiedi specie nel quadrante est, particolarmente in sofferenza. 

avviso-gara-mezzi-ama

Dentro l'emergenza rifiuti: guasti più della metà dei mezzi Ama e le officine interne non lavorano quasi più

È la stessa azienda ad ammettere di avere la "necessità di individuare operatori economici in grado di assicurare con urgenza il noleggio a freddo di mezzi di varie tipologie al fine di superare l'attuale contingente situazione di criticità legata alla indisponibilità dei mezzi aziendali". Già, lo abbiamo raccontato nella sezione Dossier di RomaToday, il funzionamento del sistema di manutenzioni che interessa i circa 3mila tra compattatori, squaletti, spazzatrici del parco mezzi Ama. 

Il caos manutenzioni

Più della metà degli interventi di riparazione viene appaltato a ditte esterne, che nella maggior parte dei casi sono gli stessi fornitori delle attrezzature che vengono montate sui veicoli. Parliamo di una decina di fornitori diversi e di altrettante marche di pezzi differenti. 

Ridotte all'osso invece le officine interne, cinque in totale sparse sul territorio, dove gli operai non lavorano quasi più limitandosi a cambiare una lampadina o a stringere due bulloni. Non sono formati a sufficienza per intervenire sulle nuove tecnologie e su pezzi sempre più specifici. In totale parliamo di una quindicina di appalti a privati per un totale di 15 milioni di euro. La principale criticità legata a questo sistema di esternalizzazioni riguarda le tempistiche di intervento: i mezzi guasti, tra il ritiro, la riparazione, e il rientro in sede restano indisponibili per giorni anche in caso di intoppi banali. A questo va aggiunta l'età media dei compattatori: circa 13 anni. 


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Emergenza rifiuti: Ama cerca "con urgenza" camion da noleggiare per la raccolta

RomaToday è in caricamento