Politica Piazza San Giovanni in Laterano

Bagni pubblici, al via il cantiere a San Giovanni: "Saranno tutti pronti per il Giubileo"

I lavori vengono finanziati da una ditta privata che li avrà poi in concessione per 15 anni. Il costo di ingresso nei bagni è un euro. Sui tempi l'assessorato garantisce: "Saranno aperti per i pellegrini"

Una settimana fa l'avvio con piazza della Città Leonina, a San Pietro. Oggi il restyling continua con i lavori a San Giovanni, con l'intervento sul "vespasiano" interrato della piazza, attualmente chiuso. Continua il lavori di riqualificazione dei bagni pubblici della città. Domani aprirà il cantiere di via Zanardelli, lunedì quelli di Piazza di Spagna e di Piazza Sonnino. Undici in totale i servizi igienici che saranno disponibili per l'avvio del Giubileo. Lo ha reso noto in un comunicato l’Assessorato ai Lavori Pubblici di Roma Capitale. 

Il progetto è interamente finanziato da un’impresa privata che ne assumerà la gestione e i relativi incassi garantendo la manutenzione ordinaria e straordinaria per tutto il periodo della concessione che ha durata 15 anni. Nella riqualificazione dei bagni pubblici interrati di San Giovanni verrà inoltre, nello spazio antistante, adibito un chiosco di accoglienza turistica, dove saranno fornite informazioni da parte di personale plurilingue, sarà possibile acquistare RomaPass, acqua e prodotti di merchandising autorizzati dall’Amministrazione Capitolina. 

Il progetto di finanza prevede una convenzione stipulata con l’Amministrazione da parte della Società Cogeim  che si assume per intero i costi della ristrutturazione di 11 bagni pubblici, pari a 1 milione e 570mila euro e in cambio ottiene la concessione per la gestione dei medesimi per una durata di 15 anni. 

Gli interventi prevedono la ristrutturazione di 11 bagni interrati, attualmente chiusi o in stato di degrado e abbandono, aumentando e riqualificando un Servizio essenziale non solo per i pellegrini durante il Giubileo, ma anche per turisti e cittadini romani nell’ordinario svolgimento della vita cittadina. La ristrutturazione dei bagni pubblici interrati porterà ad un incremento del numero stalli WC, passando da 35 a 79, con la presenza in ogni bagno di un fasciatoio. 

Il concessionario dovrà provvedere inoltre alla manutenzione ordinaria e straordinaria e alla pulizia dei bagni pubblici. Qualora non fossero rispettati gli accordi stipulati con l’Amministrazione, saranno previste penali fino alla revoca della concessione. 

Il pagamento per usufruire dei bagni pubblici è di un euro, gratuito per i possessori di Romapass  della pass dell’Opera Romana Pellegrinaggi e garantito dai tornelli. 

I bagni pubblici interrati oggetto dell’intervento sono:

Piazza San Giovanni
Piazza Santa Maria Liberatrice
Largo di Villa Peretti
Via XX Settembre
Via Carlo Felice
Via Zanardelli
Piazza dell’Esquilino
Piazza Porta Maggiore
Piazza di Spagna
Piazza Sonnino
Piazza della Città Leonina

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bagni pubblici, al via il cantiere a San Giovanni: "Saranno tutti pronti per il Giubileo"

RomaToday è in caricamento