Baglio: "Annullamento primarie? Ne prendo atto con amarezza"

La candidata nell'VIII Municipio (ex XI) commenta la decisione di Roma Bene Comune di annullare la competizione

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RomaToday

"E' nel pieno rispetto delle regole e su invito di molti cittadini ed associazioni del nostro territorio che mi sono candidata alle primarie. La proposta è stata accolta dal Partito Democratico che in assemblea municipale degli iscritti l'ha votata all' unanimità, e oltre 100 volontari in meno di una settimana hanno raccolto 1.710 firme. Questo il senso della mia candidatura, basata sulla condivisione, non contro qualcuno o qualcosa, ma l'espressione di un nuovo protagonismo civico e politico". Lo afferma in una nota Valeria Baglio, candidata alle primarie del centrosinistra in VIII Municipio (ex XI), dopo la decisione della coalizione Roma Bene Comune di annullare la competizione del 7 aprile e dare la vittoria ad Andrea Catarci.
"I continui attacchi attraverso i social network - continua la nota - e le innumerevoli pressioni da parte di alcuni esponenti di partito mi hanno profondamente ferito. Credo alle primarie quale strumento democratico di confronto, che deve essere difeso e tutelato affinché possano essere garantiti ad ognuno i diritti fondamentali di libertà di partecipazione. Le sfide si fanno sui programmi e sulle idee: il confronto è sempre politico! Ma è ancora più grave - lasciatemelo dire - se tutto questo avviene nei confronti di una donna. Non permetto a nessuno di delegittimarmi con banali riferimenti di tipo personale. Accetto soltanto il confronto sul piano politico perchè è dal lontano 1989 che mi impegno quotidianamente per valorizzare i programmi di partito. In questi ultimi anni ho ricoperto con passione l'incarico istituzionale di Presidente del Consiglio Municipale, nel rispetto delle regole - per me fondamentali - e delle critiche costruttive che contraddistinguono la buona politica".
Così si conclude la nota: "Con amarezza prendo atto, assieme alle 1710 persone che hanno sostenuto fin dall'inizio la mia candidatura, della decisione di cancellare le primarie nel nostro Municipio, con la convinzione che la politica non è un "teatrino", non serve per concretizzare le proprie esigenze, non è fatta di volgarità e di privilegi, ma è un servizio verso gli altri. La politica è bellissima, è passione e attaccamento ad un'idea. Il nostro obiettivo comune è quello di riconquistare Roma e tutti i Municipi! Ringrazio tutte le persone, donne e uomini, per il loro impegno, il sostegno e la solidarietà che sin dall'inizio, ma ancora in queste ultime ore, mi hanno dimostrato. Una forza sana da non disperdere".
Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento