menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Taglio alle auto blu? Un bluff": i consiglieri disertano la commissione 'spending review'

A denunciare l'accaduto è il presidente della Commissione per la riforma e la razionalizzazione della spesa Daniele Frongia (M5S). Non è la prima volta. "E' successo anche per l'appuntamento precedente"

Era stato uno dei primi provvedimenti annunciati per marcare un cambiamento di passo e, soprattutto, assicurare preziosi risparmi all'amministrazione pubblica. Un coro unanime che sembrava vedere tutti d'accordo. Eppure, il taglio delle auto blu sembra aver smesso di destare interesse. Questa mattina l'aula della 'Commissione per la riforma e la razionalizzazione della spesa' che avrebbe dovuto discutere la proposta di delibera sulla riduzione delle auto di servizio  avanzata dai consiglieri Onorato e Marchini è rimasta semplicemente vuota.

O meglio. Negli uffici di Largo Loria, per ascoltare il direttore della Centrale Unica Acquisti, il dott. Viggiano, c'era solo il presidente della commissione Daniele Frongia e, “seppur arrivata in ritardo”, la consigliera di Sel Imma Battaglia. A denunciare l'accaduto proprio il consigliere del Movimento Cinque Stelle che commenta: “La revisione della spesa e il taglio delle auto “blu”? Un bluff, meglio tenersele”. Era già successo. Anche nella precedente seduta non si era raggiunto il numero legale.

Il direttore della Centrale Unica Acquisti, dott. Viggiano, ha illustrato comunque “l’attuale processo di razionalizzazione del servizio, con un primo taglio già operato del 15% sul numero complessivo delle auto, e i punti critici della proposta di delibera, in particolare per quanto riguarda l’impiego delle macchine per i sopralluoghi urgenti presso centri anziani, scuole, strade, oltre che per i servizi sociali e anagrafici” scrive il M5S in una nota.

Il dott. Viggiano ha poi illustrato la distribuzione delle auto tra i gruppi politici. Tutti i gruppi capitolini hanno una macchina a disposizione, tranne il M5S e la Lista Marchini che invece hanno rinunciato. Eccezione a parte invece SEL che ne ha due a causa dell’incarico per il Segretario d’Aula. I due partiti neo-nati a seguito dello scioglimento del PdL ne hanno fatto richiesta.

“Con l’auspicio di raggiungere il numero legale, la Commissione si riunirà di nuovo mercoledì 5 febbraio 2014 per l’espressione del parere. In quell’occasione il Presidente Frongia intende presentare un emendamento alla proposta di delibera al fine di assicurare un reale taglio alle auto per uso “politico”, senza aumentare i costi del servizio e senza diminuire la qualità delle attività sul territorio” conclude il M5S.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento