Martedì, 19 Ottobre 2021
Politica

Autismo, Rocca (Fdi-An): "Roma Capitale taglia servizio trasporto ragazzi progetto Filippide"

"L'umanità e la comprensione se necessario devono abbattere norme e cavilli ma non è questo il caso"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RomaToday

Per l'Agenzia della Mobilità di Roma Capitale le persone affette da autismo del Progetto Filippide dopo 12 anni non hanno più diritto al servizio per il trasporto per persone con fragilità, come se le stesse fossero guarite dalla loro malattia ma purtroppo non è così e a rendere ancora più difficile la vita di queste persone e dei loro familiari ci si mettono anche le strutture di Roma Capitale che con una nota del 7 marzo scorso gli hanno comunicato che il servizio cesserà in data 31/3/2017. Dichiara Federico Rocca responsabile romano enti locali Fratelli d'Italia - Alleanza Nazionale. La motivazione è che gli utenti di Filippide, non sono inseriti nelle categoria di utenza prevista dalla Deliberazione del Consiglio Comunale numero 25/2004, purtroppo gli uffici ignorano che questa delibera è stata superata ma soprattutto ignorano la legge dello Stato 104/1992 che la suddetta delibera richiama nelle premesse; all'art. 26 comma 2 stabilisce che "I comuni assicurano nell'ambito delle proprie ordinarie risorse di bilancio, modalità di trasporto individuali a persone handicappate non in grado di servirsi dei mezzi pubblici". Questo è il punto, secondo Roma Capitale delle persone affette da autismo possono autonomamente prendere i mezzi pubblici? A volte è anche la mancanza di buon senso a generare tali situazioni. In una città normale a nessuno sarebbe mai venuto in mente di privare delle persone autistiche di un servizio di trasporto che gli consente di poter fare attività e quindi di poter passare delle ore fuori dalle proprie case o dalle strutture assistenziali. L'umanità e la comprensione se necessario devono abbattere norme e cavilli ma non è questo il caso. Inoltre le famiglie pagano di tasca loro l'operatore specializzato che viaggia con i ragazzi autistici sul pulmino e quindi ne ha la responsabilità, pertanto - prosegue Rocca - si parla del solo costo del pulmino e qualcuno ci vuole far credere che i problemi di bilancio di Roma Capitale e dell'Agenzia per la Mobilità siano rappresentati da un pulmino a nove posto per due giorni a settimana? La parola vergogna è la più gentile che mi viene in mente, se vogliono sono disponibile a rivedere con gli uffici competenti il bilancio e in 5 minuti sono sicuro che troveremo la soluzione economica rivedendo tra i tanti servizi che l'amministrazione fornisce e su questo, visto l'argomento evito di polemizzare ma è noto a tutti che Roma Capitale paga servizi di trasporto per persone che neanche ne beneficiano, allora togliamo da lì e garantiamo il trasporto ai ragazzi autistici del Progetto Filippide. Se il 31/3/17 il servizio sarà sospeso come indica la nota dell'Agenzia per la Mobilità chiederò - conclude Rocca - al Sindaco Raggi e agli assessori di mettere a disposizione le loro auto blu, quelle che in pratica non hanno tagliato, per garantire il trasporto dei ragazzi per 2 giorni a settimana perché il sociale a parole serve poco, occorrono i fatti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Autismo, Rocca (Fdi-An): "Roma Capitale taglia servizio trasporto ragazzi progetto Filippide"

RomaToday è in caricamento