Lunedì, 2 Agosto 2021
Politica

Pedaggi, ancora uno stop agli aumenti: i consumatori chiedono i rimborsi

Anche il Consiglio di Stato boccia gli aumenti dei pedaggi autostradali contro i quali avevano presentato ricorso le province di Roma, Pescara e Rieti. Adiconsum: "La società autostrade rimborsi gli automobilisti"

pedaggio_3Il Consiglio di Stato boccia la presidenza e dà ragione alle province di Roma, Rieti e Pescara: i pedaggi autostradali non posso essere aumentati. Viene così confermata la sentenza del Tar del Lazio contro cui si era appellato il Governo e che prevedeva lo stop agli aumenti che avevano coinvolto molti paesi dell'hinterland romano, sollevando dure proteste dei pendolari.

Per il Consiglio di Stato l'aumento dei pedaggi autostradali "deve essere interpretata nel senso di riferirsi non all'intero territorio nazionale, ma solo ai singoli segmenti stradali interessanti gli ambiti spaziali degli enti territoriali ricorrenti".

IL PRESIDENTE ZINGARETTI - Il presidente Zingaretti è soddisfatto: "Anche il Consiglio di Stato conferma che le nostre argomentazioni erano giuste e sacrosante. Non solo, come poteva sembrare ovvio, dal punto di vista politico e sociale, ma anche da quello strettamente giuridico. Con la nostra forza e tenacia abbiamo vinto e dato un contributo determinante per seppellire questo odioso balzello che penalizzava in modo particolare chi vive, studia e lavora nel territorio romano".

"Il nostro - spiega Zingaretti - è stato un impegno doveroso in quanto siamo una Istituzione che tutela, non a chiacchiere ma con fatti concreti, i diritti dei cittadini contro quelle che sono vere e proprie ingiustizie messe in atto dal Governo nazionale. Approfitto dell'occasione per ringraziare i circa 50 Comuni della provincia di Roma e le associazioni per la tutela dei diritti dei consumatori che si sono schierate con noi, in maniera ufficiale nel giudizio di fronte a , per difendere i diritti dei cittadini".


ADICONSUM - Alla luce della decisione del Consiglio di Stato Adiconsum chiede "alle società Autostradali il conguaglio dei costi per i possessori di Telepass e il rimborso per i possessori delle ricevute di pagamento dei pedaggi". "Il Consiglio di Stato ha confermato l'arbitrarietà del provvedimento del Governo relativo al pagamento dei raccordi autostradali, come il Grande Raccordo Anulare di Roma, caricati sui pendolari -si legge in una nota dell'associazione consumatori- Un provvedimento contestato da Adiconsum fin dall'inizio, perché iniquo e ingiustificato".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pedaggi, ancora uno stop agli aumenti: i consumatori chiedono i rimborsi

RomaToday è in caricamento