rotate-mobile
Mercoledì, 6 Luglio 2022
Politica

Campidoglio: la sala dei Giuramenti sarà dedicata ad Aulo Mechelli

Il funzionario dell'ufficio anagrafe è scomparso ieri ucciso dal Coronavirus. Raggi: "Scelta maturata immediatamente"

Non solo il minuto di raccoglimento in assemblea capitolina a poche ore dalla notizia della scomparsa. Non solo i messaggi di cordoglio di sindaca e assessore al personale. Roma Capitale omaggia Aulo Mechelli, 64enne funzionario dell'ufficio anagrafe, morto ieri per Coronavirus, dedicandogli la sala dei Giuramenti. Si tratta dello spazio in cui viene concluso l’iter che assegna la cittadinanza. 

“E’ è una decisione maturata immediatamente, per commemorare una persona e un lavoratore che tutti i colleghi ricordano come dedito al lavoro, con passione e disponibilità, anche oltre l’orario canonico. Porteremo il suo nome sempre con noi”, sottolinea la Sindaca di Roma Virginia Raggi.

“Sin da ieri, è nato un vero e proprio moto spontaneo da parte dei dipendenti capitolini, affinché il ricordo di Aulo Mechelli resti sempre impresso nella nostra istituzione. Raccogliendo le impressioni dei colleghi, siamo certi che sarebbe contento di sapere che la sala dedicata al riconoscimento della cittadinanza sia intitolata a lui. Amava profondamento il proprio lavoro, inteso autenticamente come un servizio alle persone”, spiega l’Assessore al Personale Antonio De Santis. 

Coronavirus: è morto Aulo Mechelli, responsabile dell'ufficio anagrafe e padre della nostra giornalista Sara

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Campidoglio: la sala dei Giuramenti sarà dedicata ad Aulo Mechelli

RomaToday è in caricamento