menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Chiude Auchan, il commovente video della dipendente tra gli scaffali vuoti: “Manca il fiato”

Marina, ex lavoratrice dell'ipermercato di Parco Leonardo a Fiumicino è diventata un simbolo: "E' la fine di un'era, un sogno spezzato"

“Manca il fiato, la voce si spezza, le parole scompaiono, le mani tremano. Così va via un pezzo di vita”. L’Auchan di Parco Leonardo ha chiuso ed il saluto di Marina, una dei dipendenti dell’ipermercato, ha finito per commuovere tutti. Il video girato dalla donna all’interno dello store è diventato virale. Una passeggiata malinconica tra scaffali vuoti e corsie deserte: una collega, intenta a sistemare per l’ultima volta le casse del supermercato, la saluta da lontano. L’eco risuona in quello spazio che non riaprirà più come Auchan. 

Chiuso l'Auchan di Parco Leonardo

Ipermercati che, nell’intera operazione di acquisizione di Auchan da parte di Conad, si sono rivelati l’anello debole: troppo grandi per rispondere alle esigenze della nuova proprietà dovranno essere rimodulati. In parte ceduti. Ancor più complicata la posizione sul mercato dell’ex Auchan di Fiumicino che, nel rispetto della normativa dell’antitrust, non è potuto passare sotto l’insegna Conad. Già avviate le trattative con un altro grande marchio della distribuzione alimentare che dovrebbe garantire su Fiumicino l’occupazione di 60 degli 80 dipendenti, i restanti saranno ricollocati altrove da Margherita Distribuzione. Le tempistiche non sono note. 

Gli Auchan diventano Conad, passaggio critico: da Porta di Roma a Fiumicino scaffali vuoti ed esuberi 

Il saluto di Marina al supermercato deserto: "E' la fine di un'era"

Quel che è certo è che l’Auchan di Parco Leonardo ha chiuso. Già spenti da mesi i comparti del non alimentare. “La fine di un’era. Quindici anni fa era pieno di gente, pieno di merce: 500 dipendenti. Oggi siamo rimasti un drappello di coraggiosi che assistono a questo spettacolo terribile da vedere, doloroso. Non è facile. Non vediamo un futuro roseo a breve, ma ce lo auguriamo” - dice Marina nel suo video. Poi il saluto all’ipermercato deserto: “Questo è il posto in cui abbiamo lavorato per quindici anni, in cui abbiamo creato amicizie, sono nati amori. Ci siamo scambiati gioie, dolori e difficoltà. Questo non è un supermercato che apre, è un supermercato che chiude: vite che in questo momento si interrompono. Per anni abbiamo riempito e cambiato questi scaffali, abbiamo dato cuore e professionalità ai nostri clienti. Non c’è più niente da dire. Quando abbiamo aperto eravamo giovani, belli, entusiasti. Era un posto meraviglioso. Eravamo sicuri di un futuro roseo in un’azienda che era una multinazionale: ma anche i sogni finiscono. Questo però - è fiduciosa Marina, diventata il simbolo di tutti i dipendenti ex Auchan - non significa che non possano ricominciare. E noi ci crediamo”. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento