rotate-mobile
Politica

Atac, Raggi promette “120 nuovi autisti”: monta la protesta dei precari

La Sindaca in diretta: "Stabilizzazione sta richiedendo più tempo del previsto, intanto proroga di tre mesi". Lunedì 5 luglio la nuova mobilitazione in Campidoglio di autisti e operai precari

Vogliono certezze sul futuro per uscire dalla perenne instabilità e le chiedono immediatamente. Monta la protesta dei lavoratori precari di Atac che già giovedì scorso, in occasione della seduta dell’Assemblea Capitolina, hanno protestato sotto al Campidoglio. Circa 200 tra autisti e operai in attesa dell’agognata stabilizzazione all’interno dell’azienda dei trasporti di Roma “che - dicono i sindacati - è già alle prese con una carenza cronica di 300-400 unità di personale”. 

Atac, Raggi: "Assumeremo 120 nuovi autisti"

Per adesso i precari di Atac dovranno accontentarsi della proroga del contratto, sempre a termine. Ad annunciarlo la sindaca di Roma, Virginia Raggi, nel corso della consueta diretta del venerdì sulla sua pagina Facebook. "La stabilizzazione dei dipendenti di Atac sta richiedendo più tempo del previsto. Per evitare di intercorrere in un'interruzione del rapporto abbiamo proceduto con una proroga di tre mesi del rapporto in corso in modo che gli autisti con contratto a tempo determinato non subiranno modifiche contrattuali e poi potranno diventare a tempo indeterminato. La trasformazione ci sarà. Per gli autisti non cambia nulla. Assumeremo poi - ha assicurato la Sindaca - altri 120 nuovi autisti". 

VIDEO | Precari Atac e cassaintegrati di Roma Metropolitane: la mobilità di Roma protesta in Campidoglio

La protesta dei precari di Atac: la proroga dei contratti non basta

Un proroga che lascia autisti, meccanici e operai nell' attesa di certezze per il futuro e scontenta i sindacati. “Questo pone forte preoccupazione per i stessi lavoratori, per la tenuta concordataria, per i cittadini che saranno privati del servizio di trasporto. Non siamo più disposti a soprassedere all' immobilismo di questa amministrazione che vive di slogan elettorali quando è a rischio la mobilità romana. Non ci fermeremo fino a che non avremmo trovato soluzioni accettabili” - hanno scritto le segreterie regionali Filt-Cgil Fit-Cisl Uil-Trasporti Ugl. 

La mancata stabilizzazione dei precari Atac

“Le Federazioni di categoria hanno già sottoscritto un accordo in cui si definiva la stabilizzazione dei lavoratori dopo i due anni e chiedere, oggi, di firmare una deroga per prolungare questi contratti, senza un impegno concreto da parte della Sindaca a stabilizzarli, significa prolungare un'ingiustificata precarietà che non garantisce, per primi, i lavoratori che non sarebbero nelle condizioni di esercitare il diritto ad essere assunti a tempo indeterminato. È da marzo del 2021 - ricordano Cgil Roma Lazio, Cisl Roma Rieti, Uil Lazio, Filt Cgil Roma Lazio, Fit Cisl Lazio, Uil Trasporti Roma Lazio - che le Organizzazioni Sindacali chiedono una effettiva stabilizzazione che non può passare per l'ennesima proroga dei rapporti di lavoro che vanno trasformati, nell'immediato, in contratto a tempo indeterminato. Senza il fondamentale contributo di questi lavoratori, parte integrante dell'organico, Atac non sarebbe nelle condizioni di rispettare il contratto di servizio e, quindi, non c'è alcuna motivazione che potrebbe giustificare una proroga di questa condizione. Chiediamo che la Sindaca uscente formalizzi la volontà politica della giunta e dia indicazione ad Atac di assumere i lavoratori coinvolti". 

La protesta delle partecipate

Lunedì 5 luglio la nuova mobilitazione in Campidoglio: da Atac a Roma Metropolitane, passando per Farmacap i lavoratori delle partecipate del Comune tornano a protestare. “Per fermare lo scempio che si sta compiendo ai danni di un patrimonio della cittadinanza e dei servizi pubblici essenziali”.
 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Atac, Raggi promette “120 nuovi autisti”: monta la protesta dei precari

RomaToday è in caricamento