Atac, dalla Giunta il via libera alla presentazione di concordato in continuità

Anche il Cda ha deliberato la presentazione del ricorso di concordato al Tribunale

Nuovo passo avanti per Atac verso il concordato preventivo in continuità. La Giunta capitolina ieri ha approvato la delibera con cui ha autorizzato l’Assemblea straordinaria dei soci di Atac a esprimere voto favorevole all’approvazione del bilancio 2016 dell’azienda per consentire la presentazione della domanda di concordato preventivo in continuità.

"Il rappresentante dell’Amministrazione" si legge in una nota diffusa dal Campidoglio "è quindi intervenuto in Assemblea dei Soci esprimendo parere favorevole, secondo quanto stabilito dall’Assemblea capitolina con ordine del giorno del 7 settembre scorso, in merito alla scelta del concordato preventivo in continuità proposto dal Cda di Atac per dare soluzione alla crisi di impresa dell’azienda".

L'Assemblea dei soci ha approvato il Bilancio d’esercizio chiuso al 31 dicembre 2016, quello che per l'anno precedente ha certificato perdite per oltre 200 milioni di euro. Con il via libera del Campidoglio ha anche dato via libera alla presentazione della domanda di concordato preventivo in continuità da parte dell’azienda. A seguito dell’Assemblea ha avuto luogo un Cda che ha deliberato la presentazione del ricorso di concordato al Tribunale.

Atac è così pronta a portare i libri in tribunale. Oltre al dossier elaborato dall'advisor elaborato da Ernst Young. Sul tavolo ci sarà anche il parere dei revisori dei conti della municipalizzata che hanno espresso una serie di criticità in merito alla tenuta dell'operazione. Una corsa contro il tempo. Il consorzio che gestisce le linee periferiche cittadine, Roma Tpl, ha già fatto sapere che ha intenzione di riavere i suoi crediti. Non solo. La Regione ha fatto sapere di non voler pagare ad Atac i 77 milioni di euro del contratto di servizio delle ferrovie concesse per la mancata redistribuzione dei fondi Metrebus a Cotral. 

Le opposizioni sono sulle barricate. "Con l’approvazione nella notte del bilancio di Atac da parte dell’assemblea dei soci, abbiamo chiesto copia con accesso agli atti, dopo essere andate personalmente ieri nel pomeriggio nella sede di Atac senza ottenere nulla perché di fatto non c’era ancora nessuna manovra contabile ufficiale" scrivono in una nota le consigliere capitoline del Partito Democratico Valeria Baglio e Ilaria Piccolo. "Oggi, in attesa di leggere i bilanci aziendali, ci chiediamo come sia possibile che il consolidato di Roma Capitale ci sia arrivato già da due giorni. I conti del bilancio di Roma non tengono conto di quelli della più grande azienda capitolina? Ci sembra un paradosso pericoloso e preoccupante. Inoltre, su Atac pende la spada del concordato deciso in tutta fretta dalla sindaca Raggi e sia il bilancio 2016 che il previsionale 2017 hanno una valenza strategica, perché saranno al vaglio dei giudici contabili e decideranno le sorti dell’azienda di tutti i romani. Non sappiamo se a prevalere sia una incapacità di gestione da parte di questa Giunta o un disegno per ATAC ancora oscuro a tutti noi".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Su Atac i grillini non facciano furbate, l'approvazione in Giunta capitolina della delibera sul concordato è solo il primo passo per avviare l'iter della procedura, servono infatti altri step nelle commissioni competenti e soprattutto il voto dell'Assemblea Capitolina" si legge in una nota degli esponenti di Fdi-An Fabrizio Ghera, capogruppo in Campidoglio e Andrea De Priamo, consigliere comunale. "Passaggio che i grillini probabilmente temono viste anche le recenti divisioni interne alla maggioranza dove le spaccature- nei municipi e in Campidoglio- sembrano sempre più evidenti". 
 

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Roma usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, morto a Roma 33enne: è la vittima più giovane nel Lazio

  • Coronavirus, nel Lazio 1728 casi: 17 decessi nelle ultime 24 ore. Tre cluster preoccupano la Regione

  • Coronavirus Roma: scuole, eventi, orari di bar e ristoranti. Tutto quello che c'è da sapere

  • Coronavirus, 2096 casi nel Lazio: 46 nuovi positivi a Roma. Tre cluster fanno impennare il numero dei contagiati

  • Morto a 35 anni di Coronavirus, paura tra i colleghi di Emanuele: il call center chiude, la Regione spiega

  • Coronavirus, a Tor Vergata muore un 35enne: non aveva patologie pregresse

Torna su
RomaToday è in caricamento