rotate-mobile
Giovedì, 30 Giugno 2022
Politica

Atac, la Lega: “A Trastevere ancora 35 vetture elettriche ferme dal 2014”

Blitz degli esponenti del Carroccio nel deposito della mobilità capitolina: “PD e M5S si vantano del green, questi i risultati”

Sarebbero ancora 35 le vetture elettriche ferme a prendere polvere nel deposito Atac di Trastevere: un nuovo blitz effettuato dagli esponenti della Lega nel deposito della municipalizzata riapre una vecchia ferita. Fabrizio Santori e Monica Picca, dirigenti romani della Lega per Salvini, sono entrati nello stabile che la giunta di Virginia Raggi ha messo in vendita (mentre a tutt’oggi viene utilizzato come autodeposito) per documentare lo stazionamento di decine di autovetture ferme fin dai tempi dalla giunta Marino.

Oggetto già di una precedente video-denuncia, i 60 mezzi elettrici furono acquistati e immatricolati tra il luglio 2009 e il giugno 2010; progressivamente vennero dismessi, con l’ultimo parcheggio risalente a settembre 2017. Il problema alla base del non utilizzo di questi mezzi, la difficile manutenzione degli stessi, non nelle strette competenze dei tecnici Atac e la mancanza ed eccessiva onerosità dei componenti batteria. Poi, nel 2018, l’annuncio della giunta Raggi per il revamping dei 60 “Gulliver” total electric, con un appalto da 9,2 milioni di euro che ha condotto a qualche recupero ma anche a diverse diseconomie. 

I bus avrebbero dovuto essere in esercizio nelle linee centrali ma, secondo Santori e Picca, “sono in circolo solo 24 vetture per 3 linee: 100, 117 e 119 mentre la linea 125 e le circolari shop e cinema sono state soppresse quando questo servizio potrebbe essere ampliato in termini di frequenza e aumentate le linee verdi su altri quartieri oltre al cuore di Roma”.

“Ci chiediamo se valga la pena sprecare carta per fare campagne di sensibilizzazione e fare ovunque piste ciclabili per spingere i cittadini ad “andare in biciletta” al fine di disincentivare l’uso del mezzo privato se poi è la stessa amministrazione capitolina a dar prova di incapacità nel gestire nei fatti le risorse ecologiche a disposizione”, continuano i dirigenti del Carroccio: “Al piano superiore del deposito, inoltre, c'è un’altra vergogna: negli ambienti sovrastanti dove si trovano gli impianti per caricare le batterie delle vetture ecologiche sono completamente inutilizzati. Pd e M5S sul verde si riempiono solo la bocca ma questi sono i frutti di una gestione dissennata che conferma l’incapacità di governare Roma", concludono i dirigenti leghisti.

35 vetture elettriche ferme dal 2014-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Atac, la Lega: “A Trastevere ancora 35 vetture elettriche ferme dal 2014”

RomaToday è in caricamento