rotate-mobile
Sabato, 22 Gennaio 2022
Politica

Atac, lotta ai 'portoghesi': "In arrivo controllori in borghese"

Il sindaco Marino ha annunciato la proposta nel corso dell'incontro con Alfio Marchini: "Come a Londra saranno senza divisa"

La lotta ai 'portoghesi' sui mezzi pubblici dell'Atac si aggiunge di una nuova proposta. Per bloccare quanti salgono sugli autobus senza pagare il biglietto potrebbero arrivare i controllori in borghese. Dipendenti Atac addetti alla verifica del titolo di viaggio dei passeggeri vestiti però come degli utenti qualsiasi.

La proposta è stata annunciata questo pomeriggio dal sindaco Marino nel corso della conferenza stampa di consegna di oltre 10 mila firme in calce a tredici proposte di delibera raccolte dai consiglieri della lista Marchini. Tra i punti discussi con il primo cittadino, anche l'inserimento dell'obbligo di salita anteriore con controllore fisso per le linee più affollate.

“Stiamo pensando di utilizzare il personale Atac in eccesso per svolgere il ruolo di controllore sugli autobus” ha annunciato il sindaco. “Come a Londra non saranno dotati di una divisa ma saranno vestiti come le persone normali”. E sempre a Londra il sindaco si ispira per altre modalità per impedire l'evasione sul tpl: “Pensiamo anche a far salire le persone solo dalla porta anteriore e ad un sistema di biglietteria elettronica sul modello della Oyster card di Londra”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Atac, lotta ai 'portoghesi': "In arrivo controllori in borghese"

RomaToday è in caricamento