Concorsone, piano assunzioni: "Iniquo e sbilanciato a favore degli insegnanti"

A sollevare la polemica sul piano assunzioni 2014-2016 è Valeria Cavalli, presidente del Comitato 22 Procedure per la Giustizia. "Questa non è una soluzione che risolleva Roma Capitale"

Immagine proteste Comitato 22 Procedure per la Giustizia

Numeri sproporzionati, "che anche questa volta non tornano". I membri del Comitato 22 Procedure per la Giustizia tornano a farsi sentire sulle assunzioni in Comune legate al Concorsone. Per la precisione le parole, dure, della presidente Valeria Cavalli fanno riferimento all'approvazione del piano assunzionale 2014-2016. 

Secondo quanto comunicato ieri da Palazzo Senatorio entro il 2014 verranno assunti 100 insegnanti per la scuola dell'infanzia e 8 dietisti, nel 2015 altri 326 insegnanti e 2 dietisti, nel 2016 ancora 90 insegnanti e 10 dietisti. 

A diffondere i numeri del piano l'assessore alla Scuola, Alessandra Cattoi, che ha poi parlato di un “risultato di grande importanza, raggiunto nonostante i vincoli del piano di rientro e risorse economiche scarse”. Ma per i  concorsisti questo risultato non è poi così soddisfacente. 

"Vi è un uno sbilanciamento incomprensibile di risorse sul profilo degli insegnanti -dichiara Cavalli- e si arriverebbe ad assumere gli idonei di questa graduatoria addirittura prima dei vincitori degli altri profili. 

Questa impostazione appare immotivata e non congrua con le dichiarazioni dell'Amministrazione di volere procedere a un inserimento graduale dei vincitori di tutte le graduatorie disponibili. E visto che, già ora, tutti i vincitori potranno essere assunti in 10 anni, non vogliamo pensare a quanto altro tempo ancora rimarrebbe in sospeso la nostra vita se le parole della Cattoi fossero confermate".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

E ancora: "Questa non è una soluzione che risolleva Roma Capitale perché garantisce solo un settore, quello scolastico, limitatamente agli insegnanti, mentre gli altri restano scoperti. Inoltre, tali dichiarazioni non collimano con quanto dichiarato il mese scorso alla seduta della commissione personale: equa distribuzione tra tutti i 22 profili professionali anche nel 2015-2016".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Centro commerciale Maximo, c'è la data di apertura. Primark e non solo: ecco le news sui negozi presenti

  • Torvaianica, sparatoria tra i bagnanti sulla spiaggia: ferito un uomo

  • Referendum, come si vota? Cosa succede se vince il sì, cosa succede se vince il no

  • Gioca due euro e ne vince 500mila per comprare una casa

  • Coronavirus, a Roma città 131 nuovi casi. 181 in tutto il Lazio

  • Coronavirus, a Roma città 108 nuovi casi da Covid19. Focolaio in una RSA

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento