Giovedì, 29 Luglio 2021
Politica

AssoTutela, Bufalotta: "Stop illuminazione pubblica. Paghi chi ha sbagliato"

"Porta di Roma, periferia nord: una storia tutta italiana"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RomaToday

DA GIUGNO SENZA LUCE, COME NEL 2011 PER LA PRESUNTA MOROSITA' DEL CONSORZIO COSTRUZIONI

"Porta di Roma, periferia nord: una storia tutta italiana. Cittadini al buio, rimpallo di responsabilità tra Acea, comune, consorzio costruttori ma chi ne fa le spese è sempre il più debole, in questo caso la collettività".

Lo dichiara il presidente di AssoTutela Michel Emi Maritato che spiega: "In zona Cinquina-Bufalotta, precisamente in via Serassi, i cittadini da fine giugno sono costretti al buio, in strade pericolose e mal frequentate, a causa di una 'convenzione' edilizia stipulata tra il comune e il consorzio di costruzioni 'Vittoria III' che prevedere le opere di urbanizzazione a carico di quest'ultimo, escludendo l'impianto di illuminazione. Secondo quanto ci riferiscono i cittadini - continua il presidente - già nel 2011 si sarebbe verificato analogo episodio. Il tutto, come sostiene Acea, a causa di una 'ingente morosità' da attribuire al privato con cui l'azienda capitolina dell'energia ha stipulato un ulteriore accordo, sebbene la strada risulti trasferita nelle proprietà capitoline dal 1980. Insomma un pasticcio burocratico-amministrativo da cui non si esce, che ci induce a chiederci in che modo siano stipulate le convenzioni tra comune e consorzi di costruttori. Per questo chiediamo all'assessore Caudo di far luce sull'episodio e agli uffici competenti, di districare l'intricata matassa su cui AssoTutela, come sempre, cercherà di far luce evidenziando se ci siano stati o meno illeciti da parte di qualcuno", conclude Maritato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

AssoTutela, Bufalotta: "Stop illuminazione pubblica. Paghi chi ha sbagliato"

RomaToday è in caricamento