Politica Malagrotta

Rifiuti, l'assessore Marino sul gassificatore Malagrotta: "Non serve"

La titolare dell'Ambiente ha espresso i suoi dubbi sull'impianto realizzato a fianco della discarica chiusa nel settembre scorso: "La città sta andando verso un altro modello"

“Il gassificatore di Malagrotta è un impianto che non serve perché la città sta andando da un'altra parte". Sono chiare le parole dell'assessore all'Ambiente Estella Marino rilasciate all'agenzia Dire a margine di un convegno alla Camera sui rifiuti. Nel mirino l'impianto di incenerimento per rifiuti di proprietà del Colari a Malagrotta detto gassificatore per la sua particolare tecnica di combustione dei rifiuti che raggiungendo temperature altissime vengono appunto 'gassificati' per poi essere bruciati per ottenere energia. Dell'impianto è stata realizzata solo la prima linea, sulle tre previste, ed è attualmente ferma.

“La mia domanda è lo accendiamo o no questo gassificatore? Perché mi sembra di capire che stiamo andando verso un altro modello, questa é la discussione che stiamo facendo con la Regione. Un modello che non ha bisogno di termovalorizzatori né gassificatori, già il tema di quello che si doveva realizzare ad Albano è superato e credo che, come ha già dichiarato il presidente di Ama, Fortini, il gassificatore di Malagrotta è un impianto che non serve”. Per le autorizzazioni in merito all'impianto è coinvolta anche la Regione Lazio: “Stiamo aspettando le valutazioni della Regione con cui ancora non ci siamo seduti attorno a un tavolo su questo tema".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rifiuti, l'assessore Marino sul gassificatore Malagrotta: "Non serve"

RomaToday è in caricamento