Politica

Assenteismo autisti Atac, Carelli (Fli): "Una menzogna che offende chi lavora davvero"

Bryan Carelli, del coordinamento Fli alla Regione Lazio afferma: "Per il Pd oramai i diritti individuali dell'uomo sono solo carta straccia"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RomaToday

"Per il Partito Democratico oramai i diritti individuali dell'uomo sono solo carta straccia". E' quanto dichiarato da Bryan Carelli del coordinamento regione Lazio di FLI in merito alle affermazioni del consigliere Pd Valeriani sull'assenteismo degli autisti Atac. "Forse Valeriani pensa che coloro i quali si ammalano dovrebbero guidare ugualmente i mezzi pubblici e mettere a repentaglio la vita dei passeggeri - incalza Carelli - o forse crede di essere stato investito alla carica di "inquisitore" della Salute Pubblica e di mettere in discussione tutte le prognosi effettuate dai medici esistenti nella nostra Regione. La verità - conclude Carelli - è che la categoria degli autoferrotranvieri è una categoria di lavoratori costretti a lavorare ogni giorno in condizioni disastrose con mezzi fatiscenti, cittadini infuriati, percorsi stradali ad ostacoli e orari allucinanti. Invito Veleriani a farsi una giornata con questi lavoratori che non possono sprecare giorni di malattia dato che hanno un'accordo che prevede che dopo 180 giorni di malattia nell'arco di 42 mesi il lavoratore va a mezza paga, forse non hanno quelli del Pd il problema di sfamare una famiglia. Sarebbe il caso che il Partito Democratico chiedesse scusa agli autisti Atac e cominciasse a difendere chi lavora sul serio subendo aggressioni sul posto di lavoro per la mancanza di cabine chiuse".

 
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Assenteismo autisti Atac, Carelli (Fli): "Una menzogna che offende chi lavora davvero"

RomaToday è in caricamento