M5S con l'incubo infiltrati: così la base si prepara all'assemblea di domenica

Domenica dalle 15 alle 20 i Meet Up romani si incontreranno all'Auditorium Seraphicum. Il regolamento per accedere è stringente. Saranno presenti anche molti eletti

In cima alla lista ci sono i giornalisti. Poi, più genericamente qualsiasi specie di infiltrato o "detrattore" che punta a screditare l'operato del Movimento cinque stelle cittadino. Più si avvicina l'assemblea di domenica, quando dalle 15 alle 20 i Meet Up romani si incontreranno all'Auditorium Seraphicum, più le precauzioni per evitare ospiti indesiderati vengono perfezionate. Nuovi particolari, emersi dall'ultimo 'briefing' degli organizzatori che si è tenuto il 2 gennaio, che rischiano di rendere l'appuntamento pentastellato uno dei più blindati della storia grillina. Anche perché, i semplici cittadini, sono ormai cresciuti. E tra i presenti ci saranno anche i 'big': è stata infatti confermata la partecipazione di molti 'portavoce' municipali e comunali ed alcuni parlamentari dei vari gradi istituzionali. 

La prima scrematura distingue gli attivisti dai semplici simpatizzati (che non saranno ammessi): all'evento non potrà entrare nessun che non sia iscritto ai meet up. Secondo passaggio: per accedere alla sala serve essersi prenotati all'evento sul sito eventbrite ed aver pagato una quota di iscrizione pari a 5 euro. Gli organizzatori, è stato deciso invine nelle ultime ore, invieranno una email a coloro che hanno prenotato più posti al fine di conoscere i nominativi dei partecipanti per i quali hanno chiesto il ticket. L'ingresso sarà consentito solo ai possessori di una stampa della propria iscrizione ai meet up pentastellati o al blog nazionale con documento di riconoscimento. Unica concessione: "A seguito delle numerose richieste pervenute da componenti di Meet up dei comuni appartenenti alla città metropolitana, gli organizzatori hanno deciso di estendere la partecipazione all’assemblea anche ai residenti in tali comuni". 

Non mancano le restrizioni ai contenuti degli interventi. Come già spiegato da Romatoday in precedenti articoli, chi parlerà ha dovuto inviare il proprio intervento agli organizzatori entro una data stabilita. Anche eventuali slides, "solo se necessarie", dovranno essere inviate preventivamente. Avanzata poi una richiesta di correzione: "In esito alla lettura delle relazioni dei municipi e dei tavoli di lavoro, tenuto conto dell’obiettivo costruttivo che l’Assemblea intende perseguire, gli organizzatori propongono a tutti di rettificare le parti che hanno una valenza scarsamente tecnico-operativa" si legge nella relazione finale dell'ultimo briefing. E ancora: "Nonostante diversi componenti di sotto-tavoli abbiano presentato richiesta di intervenire, abbiamo consigliato loro di attendere l’assemblea che dovrebbe essere in programmazione per marzo". Il tempo per gli interventi sarà limitato: i 'gruppi municipali' avranno 3 minuti di tempo per parlare mentre i relatori dei tavoli tematici, che saranno di meno dei primi, avranno 5 minuti. Un appuntamento per rivedersi, per guardarsi in faccia, per confrontarsi. In modo rigorosamente pianificato e, possibilmente, senza infiltrati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Primark inaugura a Roma: lunghe file dalle prime ore del mattino

  • Roma, la mappa del contagio dell'ultimo mese: ecco i municipi e i quartieri con più casi

  • Camorra, "a Roma comanda tutto lui": il cartello della droga di Michele Senese. Ecco come aveva diviso la Capitale

  • Incidente sulla Pontina: l'auto ha un'avaria, lui scende e viene investito da un tir. Morto 43enne

  • Choc nel parcheggio del supermercato: cliente non lascia il carrello al mendicante e finisce ferito in una pozza di sangue

  • Coronavirus, a Roma 1306 nuovi casi. D'Amato condanna: "Assurde le scene viste nei centri commerciali"

Torna su
RomaToday è in caricamento