rotate-mobile
Politica Torrino / Via Ildebrando Vivanti

Detto, fatto, annullato e ora anche bocciato: sugli asili Cantone stoppa ancora la Raggi

Il M5s incassa il parare dell'Autorità anticorruzione sulla vicenda relativa ai 7 nidi in concessione. Baldassarre: "Decisione in linea con la revoca del bando che abbiamo già adottato a settembre"

Nuovo capitolo nella vicenda legata al futuro di sette asili capitolini. L’Autorità Nazionale Anticorruzione è stato espresso un parere sul ricorso all’istituto delle concessioni cui, finora, le sette strutture erano destinate. Secondo l’ANAC però bisogna inquadrarle come “appalto di servizi” e non come concessioni. In altri termini è necessario predisporre un affidamento del contratto attraverso una procedure di gara pubblica.

UNA REAZIONE COMPOSTA - Il Campidoglio, incassa bene il parare dell’ANAC. "Ringraziamo l'Autorità nazionale anticorruzione per la puntualità con cui ha risposto alla richiesta di parere, avanzata da Roma Capitale, sulla regolarità della procedura per l'affidamento in concessione di sette asili nido – premette l’Assessore alle politiche scolastiche Laura Baldassarre - Le considerazioni dell'Anac sono in linea con la decisione di revocare il bando, già adottata a settembre dalla nostra Amministrazione, e quindi ci confortano in merito alla correttezza delle azioni da noi intraprese". 

SI PROCEDE CON LA PROROGA - La revoca del bando, fu però un atto amministrativo. Dettato dalla decisione del Dipartimento delle politiche scolastiche, che decise di procedere in autotutela. Il prezzo fissato per ogni posto negli asili, era stato ritenuto troppo basso per garantire un reale ritorno economico dei concessionari.  “La revoca del bando non pregiudica, per l'anno scolastico in corso, la continuità del servizio offerto dai nidi in concessione – continua Baldassarre - Una decisione assunta per non penalizzare i bambini che li frequentano e le loro famiglie”. Si va avanti con una proroga fino al termine dell’anno scolastico. Poi servirà un nuovo bando di gara per l’affidamento, non una mera concessione, di queste sette strutture.


 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Detto, fatto, annullato e ora anche bocciato: sugli asili Cantone stoppa ancora la Raggi

RomaToday è in caricamento