Arsenico nell'acqua: "Preoccupazione per agricoltori e allevatori"

L'allerta lanciato da Fabrizio Santori e Riccardo Corsetto: "Le autobotti d'emergenza annunciate dall'amministrazione sono previste al solo uso umano"

Agricoltori e allevatori in allarme. Cresce l'allerta per la presenza di arsenico oltre il limite stabilito nelle zone dell'agro romano presenti nei Municipio XIV e XV. Dopo l'ordinanza di divieto per l'acqua potabile rimane il problema dei campi coltivati e dei pascoli. A mettere in luce il problema il consigliere regionale Fabrizio Santori in una nota congiunta con Riccardo Corsetto, esponente del comitato 'Difendiamo Roma: "La contaminazione di arsenico oltre il limite stabilito di dieci microgrammi al litro preoccupa gli allevatori e gli agricoltori delle zone interessate dall''Ordinanza di divieto firmata dal sindaco di Roma".

ALLERTA NEI CAMPI - Nota congiunta che specifica come nell'area di Roma Nord: "l'allarme degli agricoltori e degli allevatori non è marginale in quanto le aree servite dai sette acquedotti finiti nella lista nera dell'ordinanza sono interamente agricole e rurali, con un'altissima concentrazione di attività agroalimentari e zootecniche. Essendo scientificamente noto che le piante e il terreno assorbono con grandissima facilità l'arsenico, non possiamo che esprimere preoccupazione per gli effetti dell'irrigazione di acqua contaminata sui campi circostanti. In ultima analisi - proseguono Santori e Corsetto -  a destare preoccupazione tra i residenti è lo stato di salubrità degli alimenti che finiscono sulle nostre tavole".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

ABBEVERRAGIO BESTIAME - Un problema che oltre i campi coltivati riguarda anche i pascoli: "Ma a dire il vero, non si pone solo il problema dell'irrigazione, ma anche quello dell'abbeveraggio del bestiame da pascolo e domestico. Le autobotti d''emergenza annunciate dall'amministrazione sono previste al solo uso umano, ma cosa ne sarà delle centinaia di ettari agricoli che riguardano le zone interessate, e degli animali da pascolo, da carne e da compagnia? Le amministrazioni comunali e regionali continuano a non rispondere a questo quesito, e a molti altri. Questo grave atteggiamento - concludono Santori e Corsetto - e la mancanza di concreti interventi per il futuro stanno avendo delle forti ripercussioni sulla serenità''.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Torvaianica, sparatoria tra i bagnanti sulla spiaggia: ferito un uomo

  • Colonna di fumo invade il Raccordo Anulare, chiuso in entrambe le direzioni

  • Referendum, come si vota? Cosa succede se vince il sì, cosa succede se vince il no

  • Sciopero 25 settembre: a Roma metro e bus a rischio per 24 ore

  • Sciopero Roma: oggi metro, bus e tram a rischio per 24 ore. Gli orari

  • Coronavirus, a Roma 141 casi: è il dato più alto da inizio pandemia. Nel Lazio 238 contagi. Il bollettino del 22 settembre

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento