rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Politica

Metro C: la data non cambia, l'11 ottobre il taglio del nastro. Ma da Monte Compatri è allarme sicurezza

L'assessore Guido Improta conferma la data di apertura della prima tratta Pantano-Centocelle. Il sindaco di Monte Compatri: "Manca passaggio pedonale per raggiungere la stazione capolinea"

Meno 26 giorni all'apertura della metro C. L'11 ottobre è confermato, sarà il giorno del taglio del nastro per il primo tratto della terza linea della metropolitana romana: Pantano-Centocelle. Ad annunciarlo l'assessore alla Mobilità, Guido Improta, a margine della presentazione degli eventi per la Settimana della Mobilità: “La metro C esiste ed è in buone condizioni e verrà aperta l’11 di ottobre. Dal punto di vista infrastrutturale non ci sono problemi, stiamo solo mettendo a punto la parte software del sistema driverless”. 

Tenendo a precisare che "non tutto dipende dall'amministrazione, ma anche dalle tante imprese coinvolte". E ricordando che "in questo momento l'impegno maggiore è a carico di una grande impresa italiana, l'Ansaldo, che è la fornitrice del sistema 'Drive less', ovvero la guida in automatico, senza macchinista, che sta ultimando i test". 

CANTIERI APERTI AL PUBBLICO - Nell'attesa, proprio in occasione della Settimana della Mobilità, il cantiere di Centocelle verrà aperto al pubblico. E' l'Open Day Metro C previsto per sabato 20 settembre, dalle 10 alle 18. Nell’atrio saranno allestiti pannelli che illustreranno le varie fasi della progettazione della nuova linea della metropolitana e sarà distribuito materiale informativo sulla tratta. 

Buone notizie insomma, per la grande opera eterna quasi quanto la sua città. Anche se gli attacchi non mancano, e qualcuno lamenta gravi carenze nella progettazione infrastrutturale dell'opera.

DA PANTANO E' ALLARME SICUREZZA - "All’attivismo negli annunci non corrisponde altrettanta attenzione nel rispondere alle domande che continuiamo a porre sulla questione del sovrappasso pedonale, che garantirebbe maggior sicurezza per gli utenti che dovranno attraversare la Casalina per raggiungere la fermata della terza linea”. A parlare è il sindaco Marco De Carolis, capolista Ncd per l'elezione della Città Metropolitana. 

Il capolinea Pantano ricade nel suo territorio, e non è la prima volta che il sindaco della cittadina castellana parla di allarme sicurezza. Il problema sollevato in più occasioni riguarderebbe l'accesso alla stazione da via Casilina, possibile solo superando dei muretti e rischiando di farsi travolgere dalle auto che sfrecciano sulla consolare camminando in curva, senza neanche l'ombra di un marciapiede. 

“Più volte abbiamo chiesto un incontro al titolare dei Trasporti di Roma – conclude De Carolis – per cercare di capire come intervenire su una zona che resta di elevata pericolosità, come dimostrano le sette morti causate da incidenti stradali. Invece in Campidoglio, su questo punto, continua a rimbombare un assordante e imbarazzante silenzio. A questo punto siamo costretti a informare del problema il prefetto”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Metro C: la data non cambia, l'11 ottobre il taglio del nastro. Ma da Monte Compatri è allarme sicurezza

RomaToday è in caricamento