Federica Angeli e il prete-coraggio a caccia di pusher nella notte: "Ci riprendiamo i nostri spazi"

La delegata alle periferie scende in campo a fianco di Don Coluccia. Secondo indiscrezioni potrebbero far parte entrambi della lista civica di Raggi alle prossime comunali

Un giro di notte per le piazze di San Basilio, quadrante est della Capitale, per stanare i pusher e metterli in fuga. Federica Angeli, giornalista anti mafia da poco assunta dalla sindaca Virginia Raggi come sua delegata a periferie e legalità, scende direttamente in campo. Al suo fianco Don Antonio Coluccia, ben noto nel quartiere per la sua lotta di strada alla droga, nella roccaforte dello spaccio organizzato più tristemente famosa della Capitale. 

"Siamo qui, fermi immobili nelle piazze di spaccio a rovinare la nottata di lavoro agli spacciatori, semplicemente occupando uno spazio pubblico (un marciapiede) che gridano essere cosa loro" racconta Angeli con un mini report su Facebook accompagnato da foto che testimoniano la loro presenza con un selfie e un video lampo del successivo arrivo delle forze dell'ordine. 

"Hanno iniziato con insulti e minacce pesanti fino a quando non è intervenuta la Polizia che li ha identificati e denunciati tutti" spiega ancora la cronista da anni sotto scorta per le minacce ricevute dal clan Spada di Ostia. "L'appuntamento qui con Don Antonio detto il prete infame e me, ribattezzata poco fa dai pusher di San Basilio la spia de Ostia, sarà fisso. Passeremo ore qui in strada soprattutto la notte, a occupare il nostro spazio, non il loro. Vediamo chi si stufa prima" annuncia Angeli. 

Due volti, quelli Angeli e di Don Coluccia, destinati entrambi secondo rumor insistenti che circolano in Campidoglio, a un ruolo da candidati nelle elezioni comunali 2021. C'è chi è pronto a scommettere che saranno tra i volti chiave della battaglia di Virginia Raggi contro mafia e illegalità.

La sindaca, nuovamente candidata per il M5s, sta infatti puntando buona parte della sua campagna sulla lotta alla criminalità organizzata. Vedi la guerra al clan dei Casamonica. E mira a drenare voti da bacini elettorali che notoriamente guardano a sinistra: in testa proprio le associazioni anti mafia. L'obiettivo sarebbe quello di poggiare il suo sostegno anche su una lista civica. Angeli e Coluccia potrebbero farne parte. Entrambi personaggi noti nella guerra dal basso alle cosche criminali, con il secondo anche esponente di un mondo cattolico al quale Raggi, che ha sempre vantato un rapporto speciale con il Vaticano e con Papa Francesco, guarda anche in chiave elettorale. 

Qualora la proposta dovesse arrivare, Don Coluccia fa comunque sapere a RomaToday che non accetterebbe. Un'ipotetica candidatura lo costringerebbe a lasciare la Chiesa almeno temporaneamente, strada che non è intenzionato a percorrere. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vigili nella bufera, Raggi guarda Report e decide di ruotare gli agenti. In bilico il comandante Napoli

  • Primark inaugura a Roma: lunghe file dalle prime ore del mattino

  • Roma, la mappa del contagio dell'ultimo mese: ecco i municipi e i quartieri con più casi

  • Apre Maximo Shopping Center, un nuovo centro commerciale a Roma: 160 negozi sulla Laurentina. Grande attesa per Primark

  • La pasticceria di Roma premiata con "Tre Torte" dal Gambero Rosso: è tra le migliori d'Italia

  • Tamponi in farmacia a Roma e nel Lazio: dove farli. L'elenco completo e gli indirizzi

Torna su
RomaToday è in caricamento