menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Striscioni alla manifestazione degli ambulanti

Striscioni alla manifestazione degli ambulanti

Ambulanti, la rabbia esplode in piazza: "Chiediamo aiuto al ministro Giorgetti, Raggi viola la legge" 

Ancora una manifestazione dei commercianti ambulanti contro la sindaca Raggi organizzata da Ana-Ugl: "Il ministro raccolga il grido di aiuto di oltre 18mila ambulanti di Roma"

Non si placano le proteste da parte degli ambulanti romani. Tutti contro la sindaca Virginia Raggi e il suo annuncio, dieci giorni fa, di mettere a bando le licenze che invece una legge, approvata dal Parlamento, ha prorogato fino al 2032. Questa mattina decine di lavoratori infuriati e armati di megafoni e fischietti, si sono riuniti per manifestare contro il Campidoglio. "Da Bolkestein a Raggistein" si legge negli striscioni che campeggiano sotto la sede del Ministero dello Sviluppo economico guidato dal leghista Giancarlo Giorgetti. 

"Raggi sta violando due leggi nazionali ed una regionale" tuona il presidente del sindacato di categoria Ana-Ugl, Ivano Zonetti. "La nostra presenza sotto il Mise è per dare forza al governo affinché imponga all'amministrazione comunale di attenersi alla legislazione italiana vigente" prosegue ancora. "Chiediamo inoltre al ministro Giorgetti di ricevere una piccola delegazione per raccogliere il grido di aiuto di oltre 18mila ambulanti di Roma, messi a rischio dalla stessa Raggi, che vuole attuare impropriamente le procedure dei bandi previste della direttiva Bolkestein". In strada le principali sigle di associazioni che rappresentano il commercio ambulante su Roma. Ana, Ambass, Upvad e rappresentanti della Uil. 

La legge nazionale per la proroga

A stoppare la Bolkestein, normativa europea che prevedeva la messa a gara delle licenze per commercio su suolo pubblico, comprese le concessioni balneari, era stato proprio il Parlamento a maggioranza grillina, prima con la legge di bilancio 2019 poi con con il decreto Rilancio di novembre 2020. A far partire poi a livello burocratico la proroga fino al 31 dicembre 2032 era stata a fine 2020 prima una deliberazione regionale poi a seguire un atto di Roma Capitale emanato dal dipartimento Commercio, entrambi in conseguenza di disposizioni governative. 

Le proteste contro Raggi

Poi l'annuncio di Raggi che ha scatenato proteste che vanno avanti da giorni. La scorsa settimana un altro sit in della categoria sotto il Campidoglio. "Questa manifestazione è solo l'inizio. Siamo pronti a dare battaglia, anche per vie legali. Ci rivolgeremo alla Corte Costituzionale" dichiarava al megafono Walter Papetti, presidente di Fiva Confcommercio Roma, associazione di categoria degli ambulanti romani, riuniti questo pomeriggio sotto il Campidoglio. A centinaia tra fischietti e striscioni con su scritto "Raggi-rati", hanno contestato a gran voce la sindaca grillina.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento