menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Tmb di Rocca Cencia (immagine d'archivio)

Tmb di Rocca Cencia (immagine d'archivio)

Ama, la giunta approva il Piano industriale: ecco tutti gli impianti previsti a Roma

A illustrare il contenuto del Piano industriale Ama 2021/2024 l'assessora ai Rifiuti Katia Ziantoni. Sempre in giunta il via libera ai bilanci 2017, 2018, 2019 e a un piano di risanamento aziendale

Un nuovo impianto Tmb (trattamento meccanico-biologico), due di compostaggio per il trattamento della frazione umida e altrettanti di selezione del multimateriale per carta, plastica e metalli, con chiusura e riconversione di Rocca Cencia, oltre alle isole ecologiche. È il piano industriale di Ama 2021/2024 approvato in Giunta capitolina insieme ai bilanci 2017, 2018 e 2019 (con tre anni di ritardo) e a un piano di risanamento aziendale, ieri illustrato dalla sindaca Virginia Raggi e dall'assessora ai Rifiuti Katia Ziantoni. Vediamo cosa prevede nel dettaglio. 

Gli impianti di compostaggio

Primo punto, due impianti di compostaggio. Uno nella zona di Casal Selce, nel municipio XIII, l'altro a Cesano, nel municipio XV. Si tratta di progetti recuperati dal vecchio piano rifiuti del 2017, quello che portava la firma dell'allora assessora all'Ambiente Pinuccia Montanari. Tra proteste sui territori, Conferenze dei servizi e ora le attività di esproprio delle aree che, fa sapere Ziantoni, "sono in corso", le due strutture ritornano nel nuovo piano industriale a quattro anni dai primi annunci. 

La chiusura di Rocca Cencia e un nuovo Tmb 

E ancora "sono previsti due impianti di selezione multimateriale" per la differenziazione della carta, della plastica, dei metalli. Uno di questi sarà a Rocca Cencia, nel VI municipio. Qui al momento è presente l'unico Tmb rimasto di proprietà di Ama (quello al Salario è andato a fuoco nel dicembre 2018), sequestrato dalla magistratura che sta indagando su una presunta gestione dell'organico non conforme alle autorizzazioni vigenti. Oggetto di proteste continue sul territorio per gli insopportabili miasmi emanati dalla lavorazione dei rifiuti, è nelle intenzioni del Comune, come riporta il piano industriale, la chiusura e riconversione dell'impianto entro il 2024.  "Siamo in contatto con la Procura e l'Ama perché lì è intervenuto un commissario". Poi, ovviamente, ci sarà bisogno di un nuovo Tmb che accolga 540mila tonnellate di rifiuti. Anche da realizzare entro i prossimi tre anni. "Così porteremo al 75% l'autonomia impiantistica dell'azienda" spiega ancora Ziantoni. 

Le isole ecologiche 

Poi tocca alle isole ecologiche, "quelle a Casale Cerroncino nel VI Municipio e Olgiata nel XV sono in costruzione". L'elenco di quelle approvate in Giunta invece deve passare (probabilmente la prossima settimana) dall'approvazione del Consiglio comunale dopo un primo sì ottenuto in Commissione Ambiente lo scorso ottobre. La delibera in questione ne prevede 26 e ha già sollevato diverse proteste sui territori specie in VIII, XII e in XV municipio. 

Il sindacato: "Tutte opere già promesse e mai realizzate"

"Sull'impiantistica siamo di fronte a un piano debole" commentano dal sindacato Cgil. "Vengono ridimensionati i progetti precedenti e addirittura si pensa a un nuovo Tmb mentre quello attualmente in funzione, Rocca Cencia, è stato abbandonato al proprio futuro e l'altro precedentemente attivo, Salario, è andato in fiamme". E ancora: "Si ripropongono le stesse promesse di 4 anni fa sugli impianti di compostaggio, così come si fa sui centri di raccolta. Si promettono di nuovo opere che dovevano già essere state realizzate. Non c'è una dimensione industriale". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento