Politica

Case popolari ai rom: Meloni attacca. Raggi smentisce: "Destra razzista ne ha sparata un'altra"

"La Sindaca assegna case popolari ai nomadi" dichiara su facebook Meloni. Replica Raggi: "L'assegnazione di alloggi non tiene conto dell'etnia dei richiedenti e Roma è orgogliosamente antifascista"

L'assegnazione di alloggi popolari a famiglie rom, non ha nulla a che vedere con il Piano per il superamento dei campi rom. Parola di Virginia Raggi che, in mattinata, ha sconfessato le notizie circolate sui social network.

Il commento di Meloni

Ad accendere la miccia di una polemica che si è sviluppata a distanza, aveva contribuito Giorgia Meloni. "Il sindaco di Roma Raggi assegna le case popolari ai nomadi – ha commentato la presidente di Fratelli d'Italia sulla propria pagina facebook – Da M5S a N5S (Nomadi a 5 stelle) il passo è breve: grazie ai grillini, ai nomadi casa popolare e reddito di cittadinanza. Un gran bel vivere. Per gli italiani poveri e onesti sarà per la prossima volta. Forse".

Meloni case Rom-2

La fake news

Per la prima cittadina però "la solita destra razzista e chiacchierona ne ha sparata un’altra: la Raggi regala le case ai Rom". Come chiarito dalla Sindaca  "Il piano rom nulla ha a che vedere con le assegnazioni delle case popolari. Queste ultime sono garantite e assegnate soltanto agli aventi diritto, non agli irregolari. E noi in poco più di due anni siamo riusciti a sbloccare le graduatorie assegnando più di mille case e mandando via coloro che le occupavano abusivamente da anni". 

Nello specifico la Sindaca ha spiegato che "le graduatorie per l’assegnazione delle case popolari da parte di Roma Capitale non tengono e non terranno mai conto dell’etnia dei richiedenti: solo chi ha diritto è tra gli assegnatari". Di più. La prima cittadina coglie l'occasione, non per la prima volta negli ultimi mesi, per fare un'altra sottolineatura.  "Roma - ha pricordato Raggi - è medaglia d'oro al valor militare per la Resistenza ed è orgogliosamente antifascista"

Chiarite le modalità di assegnazione degli alloggi popolari, la Sindaca si è soffermata sul fatto che "per la prima volta Roma ha lanciato un progetto internazionale per il superamento dei campi rom con un cospicuo finanziamento da parte dell'Unione Europea". Fondi dedicati alla chiusura delle cosiddette "baraccopoli istituzionali", com'è stato nel caso di Camping River ai cui residenti sono state avanzate varie proposte tra cui quella del rimpatrio assistito

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Case popolari ai rom: Meloni attacca. Raggi smentisce: "Destra razzista ne ha sparata un'altra"

RomaToday è in caricamento