Campidoglio, Marchini attacca Marino: "Mente quando dice che non alzerà le tasse"

Il consigliere comunale, candidato sindaco alle scorse elezioni, ai microfoni di Radio 24 ha criticato fortemente l'attuale primo cittadino: "Siamo allo sbando"

“Il Campidoglio è una macchina senza guida. Allo sbando assoluto”. Ci va giù duro Alfio Marchini l'imprenditore candidato sindaco alle scorse elezioni comunali, oggi consigliere d'opposizione nella lista che porta il suo nome insieme all'ex Udc Alessandro Onorato. Le dichiarazioni del consigliere, intervistato da Giovanni Minoli su Radio 24, aprono il fuoco sul sindaco chirurgo: “Marino ha usato il Pd come un taxi. Prima per farsi eleggere come senatore, poi sindaco, e oggi li dipinge come una banda dedita al malaffare che ha devastato negli ultimi venti anni Roma” ha affermato. E ancora: “Marino mente sapendo di mentire quando dice che non alzerà le tasse”.

Un attacco diretto, quello di Marchini al primo cittadino della Capitale. E c'è già chi sostiene che l'imprenditore stia preparando i motori per puntare nuovamente sulla poltrona più alta del Campidoglio. Le polemiche di Marino sul Salva-Roma hanno evidenziato ulteriormente la rottura tra il primo cittadino e il primo partito di maggioranza. Indiscrezioni giornalistiche vorrebbero proprio Marchini come eventuale candidato di una formazione democratica con l'asse spostata verso il centro.

BILANCIO - “A Roma si può sicuramente evitare il fallimento, anche se oggi il Campidoglio è una macchina senza guida” ha affermato l'imprenditore. “Oggi qualsiasi dirigente con potere di spesa può impegnare il Comune per servizi che poi comunque devono essere pagate e sono ratificate ex post. Di fatto Roma ha una contabilità fuori bilancio che incide pesantemente sui conti quindi anche sulle tasse che i cittadini devono poi pagare”. E se l'opposizione al bilancio 2013 è stata sorpassata da una “forzatura per evitare che noi facessimo ostruzionismo”, Marchini per la manovra economica del 2014 promette una battaglia ancora più dura in quanto bisognerà “ripianare un deficit di 600 milioni di euro”. Poi ha aggiunto: “Spero che questa volta il Movimento 5 Stelle, che finalmente ha scoperto l'ostruzionismo a livello nazionale, eviti di fare la stampella al sindaco Marino”.

SALVAROMA - “Renzi di fatto ha commissariato Roma. Solo Marino non l'ha capito” spiega. “In questi mesi abbiamo imparato a conoscere la difficoltà di Marino a relazionarsi con la realtà. Ma lo capirà. Ora stiamo andando nella direzione giusta ma è bene dire chiaramente che, al netto di tutti gli aiuti del ''Salva Roma'', nel 2014 il buco sarà di un ulteriore 600 milioni di euro. A novembre, avevo detto che, qualora non si fosse approvato il bilancio previsionale tra l'altro a novembre, sarebbe arrivato il commissario. Oggi mi sembra che sia chiaro a tutti che un commissario è il male minore, rispetto ad andare avanti con questa giunta”.

CLIMA MAFIOSO – Marchini ha poi continuato a battere su un suo cavallo di battaglia fin dai tempi della campgana elettorale per diventare sindaco di Roma: la lotta al consociativismo. A riguardo il consigliere afferma che “ultimamente a Roma si coglie un altro aspetto molto inquietante. Un crescente clima mafioso, dove sembra che la cosa più importante sia avere l'amico giusto al posto giusto. E questo è molto grave” dichiara. “Marino ha usato il Pd come un taxi. Prima per farsi eleggere come senatore, poi sindaco, e oggi li dipinge come una banda dedita al malaffare che ha devastato negli ultimi venti anni Roma. Vede questo è un modo poco elegante di giustificare il proprio fallimento dietro il cosiddetto refrain dei politici e dei poteri forti. Ha fatto un grave errore e ho avuto modo di dirglielo direttamente”. Poi ha sferrato un attacco all'ex senatore: “Tutta la campagna elettorale di Marino è stata un trionfo di bugie e di promesse poi tradite. Quando in campagna elettorale ha promesso 700 euro agli sfrattati, o addirittura 500 euro di bonus ai giovani disoccupati, ovviamente tutte cose sono svanite nel nulla, e oggi mente sapendo di mentire, quando asserisce che non aumenterà le tasse”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Neve a Roma in settimana? Cosa dicono le previsioni meteo

  • Roma e Lazio in zona arancione: l'annuncio dell'assessore D'Amato

  • Zona arancione, cosa si può fare e cosa no a Roma e nel Lazio dal 17 gennaio

  • Coronavirus, Roma e il Lazio verso la zona arancione: indice Rt e ricoveri oltre la soglia. Cosa cambia

  • Sabato zona gialla a Roma e nel Lazio: il 16 gennaio giornata limbo prima della stretta

  • Coronavirus, a Roma e nel Lazio la situazione sta peggiorando: "Si è perso il controllo dei contagi, vi spiego perché"

Torna su
RomaToday è in caricamento