Lunedì, 21 Giugno 2021
Politica

Stop botticelle con caldo: Alemanno pensa all'indennizzo. E' Polemica

Dopo la firma dell'ordinanza per il fermo dei cavalli in caso di troppo caldo il sindaco pensa a come risarcire i vetturini. Enpa: "Uno scandalo"

Prima l'incidente a Testaccio. Poi lo svenimento di un cavallo in piazza di Spagna, infine una rissa sfiorata tra un vetturino ed un'animalista per un 'carico' di sei turisti sotto il cole cocente di via dei Fori Imperiali. Continuano le polemiche sulle botticelle dopo la firma lo scorso 31 luglio dell'ordinanza da parte di Alemanno e dell'assessore Marco Visconti che prevede il divieto di circolazione per tutta la giornata, nel caso in cui i bollettini sanitari sulle ondate di calore emessi dal Ministero della Salute, segnalino la massima attenzione (livello tre). Stop ai vetturini che il sindaco di Roma vorrebbe indennizzare: "Quella di un piccolo indennizzo é una ipotesi che dobbiamo affrontare nella prossima giunta per vedere se sarà possibile. Credo - ha aggiunto - che questo segnale di attenzione nei confonti dei cavalli e di questa attività storica deve essere ben compresa: noi ammettiamo il funzionamento e l'esistenza delle botticelle a Roma solo con regole precise che rinnoviamo costantemente per il benessere degli animali".

REAZIONI - Parole di Alemanno che prima di essere pronunciate avevano già trovato il parere negativo di Fiorella Ceccacci Rubino, portavoce del Gruppo Parlamentare Diritti degli Animali, Popolo della Libertà: "Voci sempre più insistenti dicono che la Giunta capitolina si stia apprestando a discutere un provvedimento volto ad indennizzare i vetturini delle botticelle nel caso questi, per ragioni meteorologiche legate al gran caldo, siano costretti a tenere i loro cavalli nei box, per i noti, ma mai applicati, divieti imposti dalle ordinanze e dai regolamenti comunali.  Il comma 1 dell'art. 46 della delibera 68/2011 impone lo stop alle botticelle quando le temperature raggiungono i 35 gradi e i bollettini del Ministero della Salute rilevano il superamento di tale soglia già a partire da sabato prossimo 4 agosto - aggiunge - Ipotizzare però che, per tale ragione, i vetturini debbano essere indennizzati, per i mancati guadagni, é un insulto alla città di Roma, che ha non pochi problemi di bilancio, e ai tanti cittadini onesti che pagano le tasse e che vorrebbero che i propri soldi fossero utilizzati per attività utili alla collettività e non per foraggiare persone che prendono 600 euro a corsa, senza mai rilasciare una ricevuta. Spero - conclude Fiorella Ceccacci Rubino - che queste siano solo voci infondate e che l'assessore Visconti si impegni, come ha promesso di fare dopo il recente collasso di un cavallo in piazza di Spagna, a bloccare le botticelle, perché questo sabato c'é allerta meteo 3 a Roma e, quindi, non devono esserci carrozze in giro".

ENPA - Un premio per i vetturini" è invece il commento di Carla Rocchi, presidente nazionale dell'Enpa: "Il cavallo che, sotto il sole cocente, trasportava la botticella con a bordo sei persone in palese disprezzo di ogni regolamento ringrazia, anche a nome dei suoi infelici compagni di sventura, il Sindaco Alemanno che, dichiarando di volere avere attenzione per i cavalli, premia in realtà - come al solito - unicamente la intoccabile la lobby dei vetturini". Carla Rocchi che propone delle alternative: "Sì al fondo per sostenere la riconversione delle botticelle. Risulterebbe infatti che otto vetturini accetterebbero di convertire la loro licenza di trasporto con traino animale in licenza taxi. Quello che non vorremmo, invece, è che il Comune di Roma elargisse 'mance ferragostane' ad una categoria di trasporto pubblico creando disparità con un'altra, quella dei tassisti".

ONORATO - Contrario all'ipotesi anche il capogruppo Udc al Comune di Roma Alessandro Onorato: "Non vorremmo che il caldo di questi giorni avesse dato alla testa al  Sindaco Alemanno. Non riusciamo a spiegarci altrimenti la ‘brillante’  idea di usare il denaro dei cittadini romani per rimborsare, dopo lo stop dovuto alle alte temperature, quei vetturini che fino a pochi giorni fa se ne andavano in giro a spillare centinaia e centinaia di euro a poveri turisti ingenui, sfruttando i cavalli e ignorando il  regolamento comunale. Quello delle botticelle – conclude Onorato – è un servizio inutile e obsoleto che va riconvertito. Il Sindaco farebbe meglio a mettere da parte l’ipotesi del rimborso, contro cui ci batteremo con ogni mezzo  lecito a nostra disposizione, e a immaginare una valida alternativa  lavorativa per i vetturini”.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stop botticelle con caldo: Alemanno pensa all'indennizzo. E' Polemica

RomaToday è in caricamento