Politica

Alemanno, pronto il nuovo rimpasto: via Ghera, Aurigemma e Visconti

A pochi mesi dalle elezioni comunali il sindaco si prepara ad un nuovo cambio di giunta. Lasciano Aurigemma (Mobilità), Ghera (Lavori pubblici), Visconti (Ambiente). La nuova formazione nelle prossime ore

A pochi mesi dalle elezioni comunali, il sindaco Gianni Alemanno si prepara ad un nuovo rimpasto di giunta per sostituire i tre assessori che hanno abbandonato la propria carica in Campidoglio per concentrarsi sulla corsa alle elezioni regionali. Fabrizio Ghera (Lavori pubblici) che nelle scorse settimane ha lasciato il Pdl per correre con Fratelli d'Italia, il partito fondato da Giorgia Meloni e Guido Crosetto. Anche Antonello Aurigemma (Mobilità) e Marco Visconti (Ambiente) sosterranno Fancesco Storace ma rimangono saldi nelle fila del Pdl. La nuova formazione dovrebbe arrivare nelle prossime ore. Annunciata per oggi, dovrebbe invece essere ufficiale domani. Il clima, infatti, è ormai quello elettorale e dalla scelta dei nuovi assessori dipenderà anche l'equilibrio dell'amministrazione Alemanno nei prossimi, decisivi, mesi che porteranno alle elezioni.

LE ANTICIPAZIONI - Per la nuova giunta dovrebbero aumentare le "quote rosa". Al posto di Aurigemma potrebbe subentrare un tecnico come Angela Mussumeci, dirigente dell'ufficio parcheggi. In seconda posizione per la poltrona di assessore alla Mobilità c'è anche Maria Spena, consigliere della municipalizzata Risorse per Roma ed ex vice presidente del II municipio che però attualmente è impegnata per le elezioni nazionali come candidata al Senato per il Pdl. Per la sostituzione di Aurigemma, c'è anche Alessandro Vannini, delegato al Piano urbano parcheggi. Per l'ambiente invece in pole position ci sarebbe Gloria Pasquali, attuale assessore alle Politiche educative e per la famiglia del II municipio. Anche se tra le possibilità contemplate c'è anche un altro nome: Alessandro Cochi, delegato allo sport e molto vicino al sindaco Alemanno. Piena continuità invece per la sostituzione dell'ex assessore Ghera. Il suo posto dovrebbe infatti essere occupato dal suo capo segreteria, Massimiliano Milani.

I PRECENDENTI - Nel gennaio del 2011 Alemanno rivoluzione la sua giunta. L'allora assessore al Bilancio, Maurizio Leo, era stato sostituito con l'ex direttore di Capitalia, Carmine Lamanda. Famiglia e scuola erano finiti al presidente delle Acli romane, Gianluigi De Palo al posto di Laura Marsilio unica donna al fianco di Sveva Belviso. Antonello Aurigemma alla Mobilità al posto di Sergio Marchi.  Marco Visconti all'Ambiente al posto di Fabio De Lillo. Infine, il primo rimpasto vide l'esclusione anche dell'assessore alla Cultura, Umberto Croppi, che nel frattempo si era avvicinato alla formazione di Futuro e Liberta di Gianfranco Fini. Al suo posto, Dino Gasperini, già consigliere delegato del sindaco per il centro storico. Un vero e proprio cambio di giunta, quindi, che modificò l'equilibrio politico della maggioranza, non senza suscitare polemiche. Il secondo rimpasto invece fu una risposta al Tribunale amministrativo del Lazio che aveva annullato con una sentenza il precente rimpasto per il mancato rispetto delle "quote rosa" a causa della presenza di un solo assessore donna su dodici. In quell'occasione, nel luglio del 2011, l'ex presidente della Roma Rossella Sensi entrò con delega alla promozione olimpica, all'immagine della città e ai grandi eventi, dallo sport al turismo e la cultura. In quell'occasione, l'assessore alle Politiche sociali, Sveva Belviso, divenne vicesindaco al posto del fedelissimo di Alemanno, Mauro Cutrufo. Scelta "tecnica" invece per il terzo rimpasto. Nel febbraio 2012, seguendo la direzione dell'aumento delle quote rosa per superare definitivamente l'ostacolo "Tar", l'assessore al Patrimonio Alfredo Antoniozzi lascia il posto a Lucia Funari, già capo dipartimento e braccio operativo dell'assessore uscente.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alemanno, pronto il nuovo rimpasto: via Ghera, Aurigemma e Visconti

RomaToday è in caricamento