menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cacciato da Raggi dopo lo sgombero di Primavalle, l'ex direttore del Patrimonio vince in tribunale contro il Campidoglio

Aldo Barletta è stato spostato nel luglio 2019 con ordinanza della sindaca dal dipartimento Patrimonio e Politiche abitative al Centro Carni. Ora ha diritto a essere riassegnato all'incarico

L’ordinanza con la quale la sindaca Virginia Raggi ha revocato l’incarico di direttore del dipartimento Patrimonio e Politiche abitative ad Aldo Barletta, storico dirigente capitolino, era illegittima. Lo ha stabilito il Tribunale di Roma con una sentenza pubblicata il 19 gennaio scorso. Barletta ha quindi diritto a essere riassegnato a quell’incarico. Agli uffici dei dipartimenti interessati e al Gabinetto della sindaca la scorsa settimana è arrivata la comunicazione dello studio legale che ha difeso il dirigente nella causa contro Roma Capitale. 

Era il 18 luglio 2019. Tre giorni dopo lo sgombero dell’occupazione di via di Cardinal Capranica a Primavalle. L’immobile di proprietà di Roma Capitale, inizialmente individuato per fornire un’alternativa alloggiativa alle famiglie sgomberate, pochi giorni prima dell'operazione era stato dichiarato non disponibile. Il Campidoglio aveva così dovuto individuare come soluzione tampone un centro di accoglienza del costo di quasi 20 euro al giorno per persona. 

È questo il contesto entro il quale è maturata la decisione della sindaca Virginia Raggi: con l’ordinanza 137 del 18 luglio 2019 la sindaca ha revocato il mandato a Barletta, nominandolo direttore del Centro Carni. Una scelta che, per la terza sezione del tribunale del lavoro di Roma, ha violato gli articoli 19 e 21 del decreto legge 165 del 2001 relativo al lavoro dipendente all’interno delle amministrazioni pubbliche. 

Barletta era arrivato al dipartimento Patrimonio e Politiche abitative con l'amministrazione di Ignazio Marino, nel 2014, con l'incarico di direttore della direzione Interventi alloggiativi. E lì era rimasto anche nel corso dell'amministrazione Raggi, diventando direttore dell'intero dipartimento, carica che ha ricoperto dalla fine del 2016 al luglio del 2019. Ora Barletta potrebbe essere reintegrato al suo posto, in un momento in cui il dipartimento Patrimonio e Politiche abitative, a distanza di oltre sei mesi dalle dimissioni di Valeria Minniti, ha ancora un direttore ad interim, il cui incarico scade oggi. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento