Martedì, 16 Luglio 2024
Politica Bologna / Via Costantino Corvisieri

Alberi soffocati dalle griglie di ghisa: “Li segnaliamo ma nessuno le rimuove”

L’appello lanciato dall’associazione Daje de alberi. Cioce: “Ci sono anche alberi cementati alla base”

Hanno il tronco serrato da una ringhiera di ghisa. Così stretta da impedirne la crescita. E’ un fenomeno più volte osservato in città al quale, però, raramente viene posto rimedio. 

Le ringhiere di ghisa

Le ringhiere, che in alcuni casi potrebbero essere allargate, non lo sono. Ed accade così che il metallo, non riuscendo a contenere l’espansione del tronco, finisca per esserne assorbito. Com’è accaduto agli alberi piantati in via Badelli, nel quartiere di San Paolo. Ma non soltanto lì. “Abbiamo contato almeno sei esemplari, in via Corsivieri, al Nomentano, che presentano queste griglie a terra ed intorno al fusto, ma ce ne sono anche in via piazza dell’Immacolata a San Lorenzo, per restare nel perimetro dello stesso municipio” ha fatto sapere Lorenzo Cioce, presidente dell’associazione “Daje de alberi”.

Il cemento sulle radici

Il discutibile arredo urbano, a lungo andare, mina la stabilità della pianta intorno al quale è stato sistemato. “C’è anche il problema delle tazze alberate che vengono cementate, come quelle che abbiamo fotografato in via Adolfo Venturi ” ha sottolineato Cioce. Il risultato è che lo spazio destinato al terreno viene impermeabilizzato, cosa che di fatto impedisce alle radici di essere innaffiate. Un'abitudine, quella di sistemare del cemento intorno all'albero, che non è prevista dal recente regolamento del verde e che, anche prima della sua approvazione, non rappresentava una pratica adottata dai giardinieri del comune. Rappresenta un'usanza frutto dell'iniziativa di qualche privato che, per farlo, non ha evidentemente richiesto alcuna autorizzazione.

Le segnalazioni e l'assenza d'intervento

“Purtroppo noi segnaliamo, dallo scorso febbraio lo abbiamo cominciato a fare anche per iscritto. Siamo un'associazione che non ama la polemica, puntiamo sulla concretezza ed infatti in un anno abbiamo piantato 60 alberi - ha sottolineato Cioce - ma il problema è che il comune non ha previsto una forma di pronto intervento per questo tipo di segnalazioni e quindi, anche quando le abbiamo fatte al dirigente locale del servizio giardini, non hanno prodotto risultati”. Vale a dire che le griglie attorno ai tronchi del Nomentano ed il cemento sopra le radici nella zona di piazza Bologna, sono tutte rimaste al loro posto. Soffocano gli alberi e rischiano di minarne la stabilità.

Alberi con ringhiera di ghisa e con radici cementate/Foto di Daje de alberi

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alberi soffocati dalle griglie di ghisa: “Li segnaliamo ma nessuno le rimuove”
RomaToday è in caricamento