Politica

Arrivano 2500 alberi: “E’ un record, abbiamo già iniziato a piantarli”

Via libera a fornitura e messa a dimora di alberi per 1,4 milioni di euro. Raggi: “Interveniamo su spazi rimasti vuoti per decenni”

La gara era stata indetta alla fine del 2019. Ma ora l’appalto per la messa a dimora di 2500 alberi entra nel vivo. La sindaca ha infatti annunciato l’avvio dei primi interventi, già messi in campo in via del Calice, nel parco del quartiere Statuario.

L'arrivo dei nuovi alberi

“Metteremo a dimora un numero record di alberi, nel giro di pochi mesi - ha premesso la Sindaca -  Con questo appalto interveniamo su quei spazi rimasti vuoti per decenni, che verranno finalmente riempiti e riporteranno il verde in molte vie della capitale. Un’operazione attesa dai cittadini e fondamentale sotto il profilo della sostenibilità ambientale anche per abbattere l’inquinamento atmosferico”.

Cosa prevede l'appalto

Il Campidoglio ha fatto sapere che i contratti con le ditte aggiudicatarie sono già stati firmati per tutti e quattro i lotti. La gara europea prevede l’estirpazione delle ceppaie e la manutenzione per due anni delle piante. E’ prevista anche una garanzia di attecchimento pertanto, se gli alberi dovessero seccarsi nel corso dei primi 24 mesi, verranno sostituiti.Per quanto riguarda la manutenzione, le ditte che hanno vinto la gara, devono garantire un numero di irrigazioni pari a 20/25 interventi l’anno. Gli alberi invece da piantare, invece, devono rispondere a precise indicazioni in funzione delle loro dimensioni, da calcolare in relazione al diametro del fusto e della chioma.

Un intervento atteso

Roma ha un patrimonio forestale imponente. Sono circa 330mila gli alberi presenti in città. Tuttavia, come si legge nella relazione tecnica che ha introdotto la gara - negli ultimi cinque/sei anni non sono stati svolti interventi di piantagione ordinaria in modo diffuso e sistematico nel territorio cittadino, mentre si è svolta, per prevenire pericoli alla pubblica incolumità, l'attività di abbattimento degli alberi, anche se limitatamente alle piante secche e pericolanti”. Questione, quella degli abbattimenti, che meriterebbe una trattazione a parte perchè, la scarsa trasparenza che accompagna i tagli, è spesso oggetto di contestazione da parte di cittadini e comitati.

La scelte delle aree 

Per quanto riguarda le prossime piantumazioni, verranno programmate e coordinate dei tecnici del Dipartimento Tutela Ambientale che, ha spiegato il Campidoglio, “dopo saranno programmate e coordinate dai tecnici del Dipartimento Tutela Ambientale che, dopo aver effettuato numerosi sopralluoghi, hanno individuato parchi, ville, giardini e alberate stradali su cui intervenire e scelto le specie più idonee in base al sito d’impianto”.

“I nostri tecnici - ha dichiarato l’assessora all’Ambiente Laura Fiorini - hanno calcolato che 2.500 alberature, complessivamente, assorbiranno un quantitativo di anidride carbonica di oltre 6 tonnellate all’anno. I fondi che stiamo mettendo in campo in questo settore, dagli appalti sul verde verticale e orizzontale alle piantagioni, dimostrano concretamente la grande sensibilità di questa amministrazione sotto il profilo ambientale”.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arrivano 2500 alberi: “E’ un record, abbiamo già iniziato a piantarli”

RomaToday è in caricamento