Politica

Albano: salta il primo confronto tra i candidati a sindaco

Il primo confronto pubblico tra i candidati a sindaco del PD e del PDL per le elezioni amministrative di Albano, previsto per oggi salta e scoppia la bagarre politica. L'associazione culturale che ha organizzato il confronto si tira fuori dalle strumentalizzazioni politiche

E' tempo di campagna elettorale non solo a livello regionale, infatti i comuni in cui si vota sono già in totale fermento. E' così anche ad Albano, il comune più grande della Provincia di Roma, che andrà al  voto per eleggere il nuovo sindaco.

Oggi era previsto un primo confronto tra i due candidati alla  carica di primo cittadino Nicola Marini, per il centro-sinistra, e Marco Silvestroni per il PDL invitati dall'associazione culturale Urbanamente a confrontarsi su un progetto di sviluppo della cittadina albanense elaborato nei mesi scorsi dai professionisti ed esponenti del mondo della cultura e dell'arte, in un incontro pubblico che voleva essere un momento di confronto ed incontro della cittadinanza con chi sarà nel prossimo futuro destinato ad ascoltarla.

L'intento culturale e propositivo del dibattito è però improvvisamente incappato nella bagarre politica: Marco Silvestroni comunica la sua non presenza  al dibattito perché l'ancora non ben delineata situazione di chiusura della coalizione che lo sosterrà gli impediscono di presentarsi al dibattito in veste di candidato sindaco del centro-destra.

Questa motivazione ha fatto immediatamente sorgere dubbi sull'ufficialità della candidatura di Silvestroni, messa già in discussione prima di Natale, e portato il candidato del centro-sinistra Nicola Marini ad esprimere rammarico per il mancato confronto. La stampa locale ha ovviamente enfatizzato l'assenza di Silvestroni e i manifesti ormai stampati e affissi con il nome di entrambi gli invitati hanno generato un botta e risposta di accusa a vicenda tra i due partiti principali dei due schieramenti.

Il candidato Silvestroni ha accusato l'associazione Urbanamente di essere legata al centro-sinistra ed il Partito democratico di aver messo in atto una trappola elettorale:“Uno sporco tranello, organizzato per bassi scopi elettorali dal candidato a sindaco  della sinistra”- ha affermato Silvestroni - “neanche 24 ore dopo il declino dell'invito,  senza avere dato alcuna autorizzazione, trovo   il mio nome  pubblicamente inserito tra quelli degli invitati all’incontro. E’ chiaro allora  che si tratta di un meschino gioco portato avanti dai compagni della sinistra che tentano di buttare fango sul sottoscritto, evidentemente per insicurezza e timore rispetto ad un risultato elettorale”

L'associazione culturale Urbanamente in un comunicato ufficiale ha tenuto a precisare la netta distanza dai partiti di centro-sinistra e la volontà di rimanere distante da qualsiasi strumentalizzazione politica e di aver organizzato l'evento del 15 gennaio per presentare un progetto di sviluppo della cittadina di Albano e chiamato i candidati sindaco semplicemente per ascoltare.

Preferisce invece non entrare nella polemica Nicola Marini che, molto serenamente, dichiara: "Sinceramente non capisco a cosa si riferisca Silvestroni. Preferisco quindi non farmi trascinare in questa polemica anche perché non saprei come rispondere a simili espressioni in quanto non appartengono alla mio stile politico".
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Albano: salta il primo confronto tra i candidati a sindaco

RomaToday è in caricamento