Venerdì, 18 Giugno 2021
Politica

Righi, Controtempo: “La colpa è degli studenti di sinistra”

La risposta dell'associazione di destra Controtempo accusata dell'aggressione al Righi: “Non c'è stata alcuna aggressione da parte dei nostri militanti”

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RomaToday

"Nella mattinata di oggi, alcuni militanti facenti capo a Controtempo sono impegnati dalle 7.30 in un volantinaggio di fronte al liceo Augusto Righi, portando avanti l'attività politica senza problemi né con il personale scolastico né con gli studenti dell'istituto - si legge in un comunicato di Controtempo -. A pochi minuti dall'inizio della prima ora (quindi più di mezz'ora dopo l'inizio del nostro volantinaggio) un gruppo di studenti dei collettivi si presenta di fronte il liceo con uno striscione, con l'intento di fare picchetto davanti l'ingresso. Da subito provano a prendere spazio con spinte e spallate ai militanti di Controtempo, fino a innescare lo scontro fisico".

"Non c'è stata alcuna aggressione da parte dei nostri militanti, tantomeno una premeditata 'azione squadrista' che per definizione mal si sposa con l'intento di distribuire materiale in una scuola - prosegue la nota - C'è stata invece la reazione all'ennesima provocazione di chi non ha più niente da dire né da costruire, perde ogni giorno seguito e cerca di distruggere l'agibilità politica di chi lotta ed edifica. Hanno provato a gennaio ad accusarci per scritte antisemite mai esistite, con l'intento di crearci problemi legali e mediatici, oggi hanno tentato lo scontro, fallendo miseramente anche questa via".

"Ci teniamo a sottolineare la totale mancanza nel nostro organico di militanti trentenni, che non possono quindi aver preso parte alla rissa, come invece affermano i nostri accusatori - conclude il comunicato di Controtempo -. Non ci interessano le logiche degli opposti estremismi, non ci interessa creare un nemico per giustificare le nostre mancanze, non possiamo allo stesso tempo rinunciare alla nostra agibilità politica e la difenderemo da questi individui che prima attaccano e poi gridano all'aggressione. Sfidiamo infine tutti quelli che da sinistra in questi minuti parlano di neofascisti, neonazisti e truppe cammellate, a trovare sul nostro profilo facebook o su un nostro volantino un richiamo a una di queste ideologie del '900''.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Righi, Controtempo: “La colpa è degli studenti di sinistra”

RomaToday è in caricamento