Donne aggredite, Carfagna: "Lo Stato tifa per convivenza pacifica"

La deputata Pdl, Mara Carfagna, commenta l'aggressione nei confronti di due donne musulmane a Monterotondo

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RomaToday

"Ciascun uomo o donna che, proveniente da un altro Paese, decide di vivere in Italia e nel rispetto delle nostre leggi, deve poter godere di tutti i diritti, essere accolto e messo al riparo da ogni forma di discriminazione. Solidarietà, dunque, a Neila e a sua sorella, donne vittime di un episodio di intolleranza e discriminazione per motivi religiosi". Così Mara Carfagna, deputato Pdl, sull'episodio accaduto a Monterotondo.

"Bene hanno fatto le forze dell'ordine ad individuare i colpevoli di questo gesto violento, che hanno commesso un reato non derubricabile a semplice 'ragazzata'. Tanto più che le due donne si sono rivolte con fiducia alle autorità, com'è giusto che facciano tutte le vittime di razzismo. In Italia non esiste e mai esisterà alcuna forma di tolleranza verso questo genere di iniziative, lo Stato tifa per l'integrazione di tutti e la convivenza pacifica", conclude Carfagna.

Torna su
RomaToday è in caricamento