Domenica, 24 Ottobre 2021
Politica

Roma, voti ai quartieri: a Ostia il migliore, bocciato il VI municipio

I numeri del dossier presentato dall'Agenzia per il controllo della qualità della vita e dei servizi pubblici locali, territorio per territorio

Ostia e Aurelio i municipi con il voto più alto per la qualità della vita. Dal lato opposto della classifica il VI, l'ex circoscrizione delle Torri, a Roma est. Ma c'è dire che la differenza è minima, entrambi sono comunque sotto la sufficienza. I romani interpellati su come si vive nella Capitale, e più nello specifico nel loro territorio d'appartenenza, non sono teneri con l'amministrazione Raggi. Secondo i numeri forniti dall'Agenzia per il controllo della qualità della vita e dei servizi pubblici locali, illustrati oggi dal presidente Carlo Sgandurra, il voto medio sulla città è 5,3, in lieve crescita dopo il minimo di 5,1 toccato nella primavera del 2016, ma sempre e comunque una bocciatura. E nella suddivisione per municipi il gap tra uno e l'altro è di pochi decimali. 

Al municipio X di Ostia e Acilia il voto più alto, anche se si tratta solo di un 5,5, seguito dal 5,46 del municipio XIII (Aurelio, Casalotti, Boccea). Il voto più basso invece (5,03) va al municipio VI delle Torri (Torre spaccata, Torre Maura, Torre Angela, Torrenova), quadrante est, quello in cui ex-borgate e quartieri nuovi confinano con il grande raccordo anulare.I servizi peggiori? Non stupiscono, e sono rifiuti e trasporti. 

Rifiuti, municipio per municipio

Le aree più problematiche sul fronte igiene urbana e raccolta dell'immondizia si trovano ad est e a nord della città. La valutazione più negativa arriva da VI municipio delle Torri, nonostante a giugno sia stato avviato il nuovo sistema di raccolta differenziata porta a porta.

Riguardo alla pulizia stradale, il servizio è ritenuto particolarmente inefficiente nel municipio VI dall’82% dei residenti, nel municipio II (Flaminio, Parioli, San Lorenzo, Nomentano) dall’80% e nel municipio IX (Eur, Laurentino) dal 79%. Solo l’8% dei romani non rileva alcuna criticità e solo nei  municipi III e VIII i soddisfatti superano l’11%. Per la raccolta rifiuti, i municipi più scontenti del servizio sono il VI, con il 77% di cittadini insoddisfatti, e il XIV (Montemario, Trionfale, Primavalle) con il 76%, mentre il X è il meno critico, sia sotto questo aspetto, sia rispetto alla situazione generale. In questo territorio, infatti, gli utenti che non rilevano alcun problema sono il 18%, contro una media cittadina del 10%.

Vale la pena notare, infine, che il rischio igienico sanitario preoccupa solo il 5,7% dei romani per la pulizia e solo il 4,4% per la raccolta dei rifiuti, anche se nel municipio XV (Giustiniana, Labaro, La Storta) tali percentuali salgono rispettivamente all’8,4% e al 7,0%.

Trasporti, municipio per municipio

Il voto medio per il servizio autobus e tram, terz’ultimo nella classifica, è 4,4. Il municipio più scontento è il IX dove il voto attribuito dai cittadini è 4,1. Lo segue il XIV e poi il II, il IV e il XII. Meglio per il servizio di metropolitana e ferrovia urbana, giudicato più positivamente di quello di superficie e, in effetti, i quattro municipi periferici serviti dalle linee A e C (VII, XIII, VI e XIV) esprimono tutti una sufficienza piena, mentre le maggiori criticità provengono, non tanto dai municipi dove il servizio su ferro non è presente, ma da quelli serviti dalla linea B e dalla Roma Lido. I più scontenti sono infatti i residenti dei municipi IV, IX e X, con percentuali di criticità nettamente superiori alla media.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Roma, voti ai quartieri: a Ostia il migliore, bocciato il VI municipio

RomaToday è in caricamento