Martedì, 15 Giugno 2021
Politica

Aeroporto Ciampino, Lupi-Palozzi: "Ridurre traffico aereo in eccesso"

I sindaci di Ciampino e Marino, Simone Lupi e Adriano Palozzi, si rivolgono all'ad di Ryanair, Michael O'Leary, e chiedono la riduzione del traffico aereo

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RomaToday

Alle dichiarazioni di Michael O'Leary, rilasciate nella giornata di ieri a mezzo stampa, il Comune di Ciampino e Marino rispondono in modo congiunto per controbattere alle solite bugie avanzate dall'Amministratore delegato di Ryanair. Sebbene la compagnia aerea irlandese esalti l'aumento delle rotte, come di consuetudine ormai di ogni stagione estiva, le Amministrazioni comunali tendono a precisare che questa è una falsa realtà. All'apertura delle nuove rotte, infatti, corrisponde sempre la cancellazione di altri voli con altre destinazioni. Questa non è demagogia, ma la verità dei fatti, come chiaramente dimostrato dai dati allo scalo aeroportuale “Pastine” di Ciampino, reperibili da chiunque su Internet, e che evidenziano, nonostante l'apertura delle nuove rotte, alcun cambiamento eccessivo per quel che riguarda la situazione del numero dei voli.

Ciampino e Marino tornano a ribadire che la loro è una lotta portata avanti per e a favore dei cittadini, cioè di tutte le persone che ogni giorno vivono in prima persona gli aspetti negativi dell'attività aeroportuale, con ingenti danni alla salute. Gli Uffici competenti provvederanno al più presto alla pubblicazione sul sito istituzionale del Comune di Ciampino www.comune.ciampino.roma.it delle mappe prodotte dalla Conferenza dei
Servizi.

“Non combattiamo contro l'Aeroporto, che fa parte della storia della nostra Città – ha dichiarato il Sindaco di Ciampino, Simone Lupi - e nessuno di noi ha mai parlato di chiusura. Chiediamo semplicemente la riduzione del traffico aereo in eccesso, per il ripristino della legalità e per il rispetto della salute dei cittadini. Non si può non intervenire di fronte ad una emergenza così evidente ed accertata dalle autorità sanitarie. Visto che però l'Amministratore delegato di Ryanair, Michael O’Leary, sostiene che i problemi legati al rumore non ci sono più, siamo davvero curiosi di capire in che modo sono stati risolti. Noi non lo crediamo, ma visto che lui dice il contrario potrebbe almeno spiegarlo. Lo invitiamo dunque a venire qui a Ciampino e a Marino, nei parchi comunali, nelle scuole pubbliche e nelle case di chi quotidianamente vive il rumore prodotto dagli aerei. Solo in questo caso sono sicuro che troverebbe delle risposte, quelle vere”.

“Non solo il problema del rumore non è stato risolto – ha aggiunto il Sindaco di Marino, Adriano Palozzi – ma a partire dal 1 ottobre è addiruttura peggiorato, a causa del cambiamento delle rotte voluto e deciso unilateralmente da Enac. Questo ha portato ad un coinvolgimento di tutte le frazioni di Marino: Cava dei Selci, Frattocchie, Santa Maria delle Mole, Due Santi e Castelluccia. A noi non interessano le eventuali collocazioni delle rotte di Ryanair. Piuttosto continuiamo a chiedere la diminuizione dei voli dalla scalo ciampinese, per la salvaguardia della salute dei cittadini. O'Leary non rappresenta certamente il Governo italiano ed è per questo che non sta a lui decidere”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aeroporto Ciampino, Lupi-Palozzi: "Ridurre traffico aereo in eccesso"

RomaToday è in caricamento