menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Scuola, per addetti mense e pulizie estate senza stipendio: arriva il bonus di 600 euro

Il contributo della Regione Lazio per i lavoratori prima in cassa integrazione e poi sospesi. Il sindacato: "Eliminare contratto che impoversisce"

Bonus di 600 euro per gli addetti alle pulizie e alle mense scolastiche che, a causa dell’emergenza Coronavirus e alla conseguente chiusura delle scuole, da marzo non percepiscono lo stipendio. Prima la cassa integrazione, poi la sospensione del contratto nei mesi estivi con i lavoratori a doversi scontrare tra ritardi nell’erogazione da parte dell’Inps e mensilità azzerate. Per molti di loro nessun reddito. 

Bonus 600 euro per addeti mense e pulizie scuole

Così a due settimane dall’inizio della scuola, non senza incertezze su spazi, arredi e modalità, è stata avviata la procedura, prevista dal bando della Regione Lazio, di assegnazione dei contributi una tantum di 600 euro, in caso di contratti di lavoro attivi alla data del 23 febbraio 2020. 

“Una misura voluta fortemente dal sindacato confederale per contrastare il fenomeno sempre più esteso del lavoro 'sospeso', ossia l'attivazione di contratti a tempo indeterminato in part time verticale ciclico involontario" - ha scritto in una nota la Cgil di Roma e del Lazio. "I dati statistici in nostro possesso confermano che questa pratica contrattuale è raddoppiata negli ultimi dieci anni nel settore degli appalti nelle scuole pubbliche e private, nelle mense, nelle cooperative e in aziende di diversa natura fino all'ampia platea del terzo settore. Questa tipologia contrattuale - sottolinea il sindacato - comporta per il lavoratore un buco previdenziale e l'assenza di retribuzione nei mesi 'sospesi', quali quelli estivi per i lavoratori degli appalti nelle scuole”

Addetti sospesi d'estate: "Contratto che impoversisce lavoratori"

Da qui l’appello alle istituzioni affinchè, a partire da tale bonus, contrastino il fenomeno del part time ciclico involontario e lavorino, in fase di conversione del decreto di agosto, per estendere e rendere permanente una forma di sostegno al reddito di contrasto al part time ciclico involontario. “Questo bonus è un apripista, una vertenza pilota per aprire una discussione sull'espansione di una tipologia contrattuale che impoverisce il lavoratore”. 

Coronavirus, addette alle mense “sospese e dimenticate”: in 2mila senza reddito

Addetti mense e pulizie: richiesta bonus fino al 15 settembre

Per richiedere il contributo di 600 euro gli addetti alle pulizie e alle mense degli istituti scolastici avranno fino al 15 settembre. “In questa fase difficile della ripresa, è importante che le Istituzioni esprimano con aiuti concreti la loro vicinanza a chi è stato più colpito e penalizzato dalla pandemia. La Regione Lazio - ha detto Eleonora Mattia, presidente della IX Commissione Lavoro e Istruzione del Consiglio regionale del Lazio - si è impegnata fin dall’inizio dell’emergenza a non lasciare indietro nessuno, grazie ai bonus ‘Nessuno escluso’ che comprendevano categorie di lavoratori che non godono di tutela. Come, in qualche modo, anche le lavoratrici e i lavoratori che operano con contratti atipici nei servizi scolastici, i quali di regola, alla chiusura delle scuole, non percepiscono stipendio fino all’inizio del nuovo anno scolastico. Dal Dopoguerra ad oggi, per la prima volta, la riapertura delle scuole è minacciata da problemi, ritardi, incertezze e tanta preoccupazione, ma non manca il nostro spirito costruttivo e positivo”.

Il 2 settembre l’audizione in IX Commissione con il Comune di Roma, la Città metropolitana, l’associazione nazionale dei dirigenti scolastici e i sindacati per raggiungere rassicurazioni e certezze sulla riapertura delle scuole di Roma e provincia. “Solo chi educa sa bene che la priorità, oggi, è quella di difendere i diritti dei bambini, degli operatori e delle famiglie che, incrociandosi, permettono di offrire servizi di qualità e resilienti”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento