Siccità, l'allarme di Zingaretti: "Sta finendo l'acqua a Roma"

Il governatore del Lazio ha commentato così la decisione della Regione di sospendere i prelievi dal Lago di Bracciano. Acea: "E' da irresponsabili"

"Sta finendo l'acqua a Roma". Non bastassero gli atti della Regione, che ieri ha determinato la sospensione dei prelievi dal Lago di Bracciano, a certificare la "tragedia" della siccità per la Capitale in mattinata sono arrivate le parole del governatore del Lazio, Nicola Zingaretti. "Il livello del lago di Bracciano si è abbassato con il rischio di una catastrofe ambientale fino a questo evento. Abbiamo tempo 7 giorni per trovare tutte le possibilità al fine di limitare al massimo il disagio per i cittadini, ma è sbagliato chiudere gli occhi. Il problema c'è ed è grave" ha spiegato a Tgcom24.

Acea, in base ad una convenzione firmata nel lontano 1990, è autorizzata a prelevar acqua dal Lago di Bracciano per garantirne l'erogazione alla Capitale. Ma la recente fase di siccità e le difficoltà di reperire altre risorse, stanno mettendo a dura prova il lago sul quale negli ultimi mesi sono stati accesi i riflettori. "Basta andare con una fotocamera a Bracciano per capire che sta accadendo l'inimmaginabile" ha aggiunto Zingaretti. "Far uscire l'acqua dai rubinetti è un diritto ma dobbiamo fare i conti con un problema enorme che è la siccità. Mi piacerebbe invitare qui Donald Trump per fargli capire cosa significa non rispettare gli accordi sul clima". 

Dura la reazione di Acea che ha annunciato razionamenti nell'erogazione dell'acqua per la Capitale. "Preleva dal lago di Bracciano solo l'8% di tutto il fabbisogno e quindi immagino una quantità non importante dell'acqua" aggiunge Zingaretti. "Per ridurre al massimo i disagi, Acea ha stabilito degli orari di eventuale blocco".

La replica di Acea

In mattinata, però, il presidente di Acea Paolo Saccani, intervistato da SkyTg24, è tornato ad esprimere tutto il suo disappunto in merito alla decisione della Regione. Da qui "a sette giorni non ci sarà nessuna soluzione, se non quella di razionare l'acqua dei romani. Questo succederà dal 28 in poi". Queste misure "impatteranno" su un milione e mezzo di persone, ma anche sui palazzi delle istituzioni, sulle ambasciate. "Parliamo della capitale dell'Italia, non faremo certo del bene all'immagine internazionale del Paese e tutto per 1,5 millimetri al giorno". 

Poi punta il dito contro la Regione: "L'atto della regione è abnorme e illegittimo" ed è "inutile per la tutela del Lago di Bracciano" dal quale vengono prelevati 86 mila metri cubi al giorno" che corrispondono ad "un abbassamento di 1,5 millimetri. Il Lago è profondo 164 metri. Azzerare la derivazione creerea' pesantissimi disagi per gli abitanti". Poi conclude: "Non nascondo che il lago si sia abbassato di 90 centimetri rispetto allo scorso anno, ma stiamo attuando delle misure per ridurre la derivazione, interromperla però è un atto irresponsabile". 

La posizione della sindaca Raggi

"Tutelare i romani" questa la posizione della sindaca Virginia Raggi. "Chiaramente la mia preoccupazione come sindaca è che sia fatto tutto il possibile per assicurare l'acqua ai cittadini, agli ospedali, ai vigili del fuoco, alle attività commerciali" ha affermato interpellata in merito. "Mi auguro che Regione e Acea trovino quanto prima una soluzione condivisa. Va fatto quanto necessario per aiutare e tutelare oltre un milione di romani. Come amministrazone capitolina siamo stati i primi a denunciare la situazione drammatica del lago di Bracciano e anche a subire critiche ingiustificate per alcune misure che con largo anticipo abbiamo messo in campo per evitare l'emergenza". Acea, ha spiegato ancora Raggi, "ha ridotto la captazione di acqua dal bacino di Bracciano negli scorsi mesi: credo che in breve tempo sia passata da 1.500 a 900 litri al secondo. Allo stesso tempo l'azienda sta monitorando e riparando la rete idrica per mettere fine alle dispersioni. Insomma un bel cambiamento rispetto al passato. Spero che soluzioni siano trovate quanto prima da Regione e Acea".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vigili nella bufera, Raggi guarda Report e decide di ruotare gli agenti. In bilico il comandante Napoli

  • Primark inaugura a Roma: lunghe file dalle prime ore del mattino

  • Apre Maximo Shopping Center, un nuovo centro commerciale a Roma: 160 negozi sulla Laurentina. Grande attesa per Primark

  • Tamponi in farmacia a Roma e nel Lazio: dove farli. L'elenco completo e gli indirizzi

  • La pasticceria di Roma premiata con "Tre Torte" dal Gambero Rosso: è tra le migliori d'Italia

  • Vigili fanno sesso in auto a Roma, la commedia sexy si tinge di giallo: spunta l'ipotesi della microspia

Torna su
RomaToday è in caricamento