Martedì, 19 Ottobre 2021
Politica

Acqua pubblica: M5s boccia delibera per installare distributori negli uffici comunali

La proposta era a firma della consigliera Svetlana Celli della lista Roma torna Roma

L'Assemblea capitolina ha bocciato con 23 voti contrari e 6 a favore la delibera 153/2018 a firma della consigliera Svetlana Celli, capogruppo della civica Roma torna Roma, per la riduzione del consumo di acqua in bottiglia all'interno degli Uffici di Roma Capitale con l'attuazione del progetto 'Acqua del sindaco'. 

"Sono convinta che l'enorme consumo di acqua minerale non può essere affrontata solo dal punto di vista degli imballaggi. Visto che a Roma esce acqua pulita, testata da continui controlli, propongo di installare presso gli uffici capitolini erogatori di acqua microfiltrata, da allacciarsi direttamente alla rete idrica pubblica, per il consumo alla spina da parte di dipendenti e utenti capitolini" ha detto Celli intervenendo in Aula. 

Per il consigliere del M5S, Pietro Calabrese, la delibera "è solo un pretesto per poter accusare la maggioranza di essere contraria all'acqua pubblica. Vi abbiamo semplicemente chiesto di ritirare questa delibera perchè quella 'Plastic free' su cui stiamo lavorando è più strutturata". Immediata la replica del capogruppo Pd, Giulio Pelonzi, secondo il quale la bocciatura della delibera da parte della maggioranza è "un comportamento da 'rosiconi' perchè non hanno pensato prima loro a questo provvedimento. Ora dicono che la proposta è già compresa nella delibera 'Plastic free' ma l'abbiamo letta e non ve n'è traccia, quindi correranno ai ripari inserendola in fretta e furia". 


 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Acqua pubblica: M5s boccia delibera per installare distributori negli uffici comunali

RomaToday è in caricamento