Mercoledì, 4 Agosto 2021
Politica

Siccità, Acea: "Valutiamo annullamento del piano di riduzione dell'acqua"

Così il presidente Lanzalone, in commissione Ambiente alla Camera

Immagine archivio

L'ipotesi riduzione dell'acqua sembrerebbe tramontata. Ad accantonarla del tutto, o quasi, è il presidente di Acea, Luca Lanzalone, nel corso dell'audizione davanti alla commissione Ambiente della Camera sull'emergenza idrica. "Ad oggi possiamo trovarci ragionevolmente nella condizione di valutare l'accantonamento del piano di riduzione della pressione" ha dichiarato il numero uno della multiutiliy capitolina. La misura era stata annunciata nei giorni scorsi, a causa del perdurare della siccità, ma ad oggi diversi fattori avrebbero mutato il contesto. Grazie agli interventi sulle perdite si è recuperato fino a 800 litri al secondo di acqua, la pioggia degli ultimi giorni ha dato poi un po' di sollievo insieme all'abbassamento delle temperature che ha fatto diminuire i consumi. 

Davanti alla Commissione di Montecitori dunque lo stesso Lanzalone ha spiegato che l'azienda che gestisce il servizio idrico sta "attendendo le autorizzazioni per quattro nuove fonti per un'adduzione di ulteriori 360 litri al secondo". Inoltre, il presidente ha assicurato: "Confidiamo anche in ulteriori interventi, che stiamo discutendo con Regione Lazio e ministero dell'Ambiente e che consentirebbero di chiudere alcuni prelievi, fra cui quelli dal lago di Bracciano". A proposito di Bracciano, Lanzalone ha chiarito che è stata "effettuata un'attività di contenimento al massimo dei prelievi dalle fonti, da tutte, non solo quelle lacustri. Per il lago, nel periodo dal 12 al 29 agosto, il prelievo è stato ridotto a zero. E' un dato verificato quotidianamente dall'Ispra".

"Gli interventi messi in campo - ha proseguito Lanzalone - hanno consentito di recuperare 1.160 litri al secondo di acqua che prima veniva dispersa". Durante l'attività di monitoraggio svolta da Acea, infatti, "sono stati visionati 12.688 manufatti (valvole pompe), circa il 78 per cento del totale, individuando 1.445 perdite. Ne sono state riparate 1.140 e 305 sono in programmazione. Si conta di ultimare gli interventi entro metà settembre". Per quanto riguarda la rete, infine, il presidente ha spiegato che "su 5.400 chilometri di rete ne sono stati ispezionati 5.290. Abbiamo individuato 1.176 perdite straordinarie: ne sono state riparate 849 e 447 sono in programmazione. Contiamo di finire l'esame entro il 9 settembre".

Lanzalone ha anticipato che nel piano industriale di Acea, che verrà presentato a novembre, ci sarà "la previsione di investimenti per 100 milioni di euro; un meccanismo di programmazione periodica perché siano reiterati nel tempo; ulteriori fonti di prelievo o l'implementazione dei meccanismi di prelievo da fonti che non incidono sull'ecosistema. Questo per risolvere definitivamente la situazione anche nel reiterarsi nei prossimi anni di questa scarsa piovosità".

"Nei prossimi giorni sarà possibile superare l'ipotesi di riduzione della pressione idrica a Roma. Un piano che avrebbe prodotto gravi disagi ai cittadini, oltre a pesare sull'onore dell'Italia nel mondo". Lo afferma Ermete Realacci, presidente della VIII commissione Ambiente della Camera. "Roma - prosegue Realacci - sarebbe stata l'unica capitale europea a subire una carenza di acqua. Lo ha annunciato Acea, nel corso dell'audizione oggi in commissione Ambiente alla Camera, a fronte del recupero di circa 1.160 litri al secondo di acqua, il 6% delle perdite, anche se queste ammontano ancora al 40%. Per affrontare la crisi idrica, che è figlia anche dei mutamenti climatici in atto, è necessario mettere in campo azioni di breve, medio e lungo periodo che richiedono investimenti importanti. Nel caso di Acea le risorse possono venire dai dividendi che lo scorso anno sono stati circa 100 milioni, ripartiti a metà fra il Comune di Roma, che è azionista di maggioranza, e i soci privati". "Si tratta di una cifra sufficiente a consentire l'avvio di un piano di manutenzione e modernizzazione della rete per una accurata gestione di un bene sempre più prezioso" conclude Realacci. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Siccità, Acea: "Valutiamo annullamento del piano di riduzione dell'acqua"

RomaToday è in caricamento