Politica

Nasce l'Acea a Cinque Stelle: eletti i nove membri del Cda

La sindaca: "Il Comune di Roma ha già disegnato il futuro dell'Acea. Sarà un'azienda all'avanguardia, sempre più efficiente e più attenta alle esigenze dei cittadini"

Foto Agenzia Dire

L'assemblea degli azionisti di Acea, riunita presso la Centrale di Tor di Valle a Roma, ha nominato il nuovo Consiglio di amministrazione dell'azienda, a 9 componenti, per i prossimi tre anni. Per la lista presentata dal Campidoglio, che possiede il 51% delle azioni della multiutility, sono stati eletti con i voti rappresentanti il 93% delle azioni Luca Lanzalone (presidente), Stefano Donnaruma, Micaela Castelli, Liliana Godino e Gabriella Chiellino. Per la lista di Suez-Gdf, che possiede il 23,3% delle azioni, Fabrice Rossignol e Giovanni Giani. Per il gruppo Caltagirone invece, che detiene il 5% delle azioni, sono stati scelti Alessandro Caltagirone e Massimiliano Capece. La prima riunione del nuovo Cda si terrà il 3 maggio con all'ordine del giorno la nomina dell'amministratore delegato, ruolo per cui è in predicato Stefano Donnarumma. 

Tutto secondo le previsioni quindi, con i due nomi forti, Lanzalone e Donnarumma, che entrano nel Cda e si preparano a dirigere l'azienda. Una giornata da protagonista per la sindaca Raggi che ha tenuto banco con i giornalisti e nel corso della riunione. "Oggi inizia una rivoluzione positiva", ha detto al termine dell'assemblea."Acea punterà sul rispetto e sulla tutela dell'ambiente e dei diritti, sui servizi ai cittadini, sull'innovazione e la tecnologia. Questi sono dei driver potenti per rilanciare l'azienda e ci crediamo molto. Inizia una nuova era".

Poco prima aveva chiuso il suo intervento con un "saluto al Cda uscente" e augurando "buon lavoro al nuovo consiglio di amministrazione, che ha il compito di produrre innovazione e servizi di qualità a vantaggio di tutti i cittadini". La prima cittadina ha fatto anche riferimento alla "nuova strategia commerciale" della partecipata: "Deve rinnovare il rapporto con cittadini e utenti, facendo recuperare credibilità alla nostra azienda laddove è stata messa in discussione. Proseguiamo sul piano dell'innovazione informatica in modo da avere un rapporto piu' diretto con gli utenti per quanto riguarda bollette e distacchi".

Nel corso del suo intervento l'impronta dell'Acea a Cinque Stelle. "Il Comune di Roma ha già disegnato il futuro dell'Acea. Sarà un'azienda "all'avanguardia, sempre più efficiente e più attenta alle esigenze dei cittadini, sempre più consapevoli dell'ambiente e dei loro diritti e lo hanno detto in modo esplicito, in una logica moderna di sviluppo in cui l'innovazione tecnologica rappresenta lo strumento per andare incontro a clienti e imprese, e conquistarne nuovi".

Quindi aggiunge: "Acea cambia per migliorare ancora. Si tratta di un percorso ambizioso, ma concretamente realizzabile, che punta a far divenire Acea un esempio virtuoso, a livello europeo, di crescita sostenibile e inclusiva nell'erogazione dei servizi pubblici". Per la prima cittadina l'intenzione è quella di investire "fortemente in ricerca e sviluppo perchè l'obiettivo è dotare l'azienda e il territorio di una moderna rete infrastrutturale e di una impiantistica all'avanguardia relativamente al ciclo integrato delle acque, alla distribuzione di energia e al trattamento industriale dei rifiuti". Per Raggi, in quest'ultimo settore, il riferimento è "al superamento delle forme tradizionali di smaltimento dei materiali post consumo mediante combustione: si tratta di una tecnologia obsoleta che non va incontro alle esigenze dei consumatori sempre più sensibili alle tematiche ambientali".

La presidente uscente Catia Tomasetti ha salutato esprimendo la propria soddisfazione "per aver scritto una grande pagina di Acea e posto le basi per il futuro dell'azienda. Gli obiettivi principali sono il cliente al centro e il valore delle persone nel cambiamento. Questo Cda non ha profuso sforzi solo per raggiungere obiettivi finanziari ma soprattutto per generare valore per le persone e le generazioni future", ha aggiunto la presidente uscente che ha poi rivolto "a nome di tutto il Consiglio i migliori auguri al nuovo Cda che sono certa farà cose straordinarie, perchè Acea è una delle migliori aziende d'Italia e d'Europa". [FONTE AGENZIA DIRE]

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nasce l'Acea a Cinque Stelle: eletti i nove membri del Cda

RomaToday è in caricamento