Mercoledì, 4 Agosto 2021
Politica Bologna / Via Lorenzo il Magnifico

Tangenziale est, la sopraelevata è un ricordo: “Ora decoro e più verde”. Ma è scontro con i residenti

In corso i lavori di Circonvallazione Nomentana tra via Teodorico e via Lorenzo il Magnifico, Raggi: "Cantiere strategico per città". Il comitato dei cittadini: "No a colata asfalto"

Abbattuto il tratto sopraelevato della Tangenziale est che correva lungo la stazione Tiburtina, proseguono i lavori per la riqualificazione del piazzale Ovest.

Abbattimento Tangenziale est, il progetto del Comune per il piazzale Ovest

Nell’area liberata dopo vent’anni di attesa da cemento e buio, secondo il progetto che il Comune ha presentato ai cittadini, sorgerà un boulevard pedonale alberato in continuità, senza attraversare strade dall'uscita della stazione Tiburtina a largo Mazzoni: una nuova area dedicata ai pedoni di oltre 7mila metri quadrati, rispetto ai mille del progetto del ‘98. Accanto una parte dedicata alla viabilità locale. Dodici alberi abbattuti per fare spazio a 43 nuove piante. 

Tangenzale est demolita, Raggi: "Cantiere strategico per città"

“Si tratta di un cantiere strategico per la nostra città, per dare un nuovo volto e maggiore funzionalità a quartiere che per decenni ha vissuto nel degrado e sotto una coltre di smog” - ha sottolineato la sindaca di Roma, Virginia Raggi

Nell’area sono in corso le verifiche sugli impianti delle società di pubblico servizio, come tubazioni di gas, reti elettriche e telefoniche, nel tratto di Circonvallazione Nomentana tra via Teodorico e via Lorenzo il Magnifico. “Operazioni necessarie per la realizzazione del nuovo sistema fognario e di raccolta delle acque piovane”. 

Iniziati anche i rilievi dei topografi sulla sede stradale, mentre nei prossimi giorni saranno costruiti i primi tratti di marciapiede e nuove caditoie nel tratto interessato. “Stiamo lavorando e monitorando il cantiere giorno per giorno. Lo stiamo facendo per il bene della città e - ha sottolineato Raggi - per lo sviluppo a livello urbanistico di uno degli snodi ferroviari più importanti di Roma”. 

L'abbattimento della Tangenziale est atteso dal 2000

Vent’anni. Tanto ha atteso la Capitale per vedere la demolizione della sopraelevata di Tiburtina: l’abbattimento di quei 460 metri di tangenziale era nei programmi della città dal 2000 quando fu approvato con un accordo di programma nell'ambito del piano di assetto della stazione. 

Negli anni ripensamenti e rinvii, progetti alternativi naufragati come quello di boschi urbani e giardini pensili: solo nel luglio del 2017 lo stanziamento di 9,9 milioni di euro da parte della Giunta Raggi. Nell’agosto scorso la prima picconata per l’abbattimento della sopraelevata. 

“La vecchia tangenziale in quel tratto è ora un ricordo per tutte le famiglie e le persone che per anni - ha detto l’assessora alle Infrastrutture, Linda Meleo - hanno convissuto con una strada ad alto scorrimento davanti alla propria finestra di casa. Decoro, sostenibilità e più spazi verdi stanno nascendo al suo posto”. 

Tangenziale est, scontro sul progetto di riqualificazione: "E' colata di asfalto e strade"

Ma sul progetto di riqualificazione del Comune è scontro con residenti e comitati. “E’ uno scempio” - sostiene il Comitato Cittadini Stazione Tiburtina. "Le stesse corsie di macchine che scorrevano in quota ora scorreranno a terra mentre viene triplicato l’asfalto destinato alla viabilità su Largo Mazzoni impedendo di fatto di realizzare la Piazza della Stazione che chiedevano i cittadini. Un progetto di strade ben lontano da qualsiasi ipotesi di riqualificazione: Circonvallazione Nomentana passerà da due a quattro corsie, via Teodorico e Largo Mazzoni da una a due corsie, via Guido Mazzoni da una a cinque corsie. Diventerà tutto una grande lingua di asfalto, altro che progetto di mobilità sostenibile”. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tangenziale est, la sopraelevata è un ricordo: “Ora decoro e più verde”. Ma è scontro con i residenti

RomaToday è in caricamento