Venerdì, 24 Settembre 2021
Politica

Abbandono di rifiuti: la sindaca lancia le "video trappole anti-zozzoni"

Decine di occhi elettronici nei luoghi delle discariche a cielo aperto. Raggi: "Servono per riprendere e multare chi abbandona rifiuti in strada. Inviateci segnalazioni"

Colto in flagranza mentre abbandonava rifiuti ingombranti. Un occhio elettronico ha ripreso un tassista dal momento in cui ha accostato la sua vettura a quando l'ha svuotata. In una piazzola sono finiti tutti i rifiuti che dovevano essere conferiti in un'isola ecologica. Questa volta però, grazie alle videocamere appositamente posizionate, il malintenzionato ha dovuto recuperare la merce e pagare una multa salata.

Le video trappole anti zozzoni

A dare la notizia è stata la sindaca che, sul proprio profilo facebook, ha deciso anche di postare le immagini del reato.  "Cinquanta video-trappole per incastrare gli zozzoni che sporcano Roma. Ho fatto installare decine di telecamere in alcuni punti della città per riprendere e multare chi abbandona rifiuti in strada: vecchi mobili, water, materassi, calcinacci, pneumatici lasciati da persone insospettabili. Non servono tante parole".

L'appello ai romani

Le telecamere potrebbero non essere sufficienti. Il fenomeno dell'abbandono di rifiuti in strada è estremamente diffuso, soprattutto nelle periferie dove, non a caso, le videotrappole erano già state invocate.  Ma serve anche la collaborazione dei cittadini a cui, Raggi, rivolge un appello. "Vi invito ad inviarci segnalazioni. Ho deciso di occuparmene personalmente, creando anche una task force anti-zozzoni". 

Il tassista multato: ha offeso tutti i romani

Per quanto riguarda l'episodio specifico, la sindaca ha fatto sapere che "il primo incivile individuato e multato grazie al nuovo sistema di video-sorveglianza é un uomo di 52 anni. Questa persona ha offeso tutti i romani" ha sottolineato Raggi che poi entra nel dettaglio. "È stato colto sul fatto mentre, con il suo taxi, scaricava due porte in vetro, ripiani di legno e barattoli di vernice. Lui stesso ha confessato di fronte agli agenti della Polizia locale che gli hanno mostrato le immagini di quanto aveva fatto. Ora pagherà una multa di 600 euro e dovrà portare quei rifiuti nelle isole ecologiche". Cosa che avrebbe potuto fare, sin da subito, senza alcun esborso. "Da anni c'è chi sporca la nostra città impunemente. Ora abbiamo finalmente uno strumento per incastrarli e multarli. Non c'e' piu' spazio per gli zozzoni".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Abbandono di rifiuti: la sindaca lancia le "video trappole anti-zozzoni"

RomaToday è in caricamento