Abbandono degli animali: “La classifica della vergogna”

Una classifica che documenta la bestialità delle persone che abbandonano un cane

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RomaToday

Nonostante le varie campagne di sensibilizzazione ed una legge che tutela gli animali ogni estate viene stilata dall'associazione italiana difesa animali & ambiente (Aidaa) la classifica che Sociale e Sicurezza definisce della vergogna .

Una classifica che documenta la bestialità delle persone che abbandonano un cane (o un gatto, poco cambia), in strada. I numeri parlano chiaro: nel mese di luglio sono arrivate al centralino dell'Aidaa 1705 segnalazioni di animali abbandonati o vaganti nelle città e nei paesi italiani con un aumento di 805 segnalazioni rispetto alle 900 del mese di luglio del 2013, mentre lo scorso mese di giugno le segnalazioni di cani abbandonati e vaganti sulle strade erano state 1.506.

Nel Lazio gli avvistamenti di questo tipo sono stati 108, mentre se si guardano le province il record negativo va a Napoli e Roma, con 45 segnalazioni .

E possibile che tra questi cani ce ne siano alcuni fuggiti di casa o persi. Ma nella stragrande maggioranza dei casi, dietro a ognuno di questi animali c'è un atto di crudeltà: un abbandono. Magari prima di partire per una vacanza. Quel che è certo, è che l'aumento costante di queste segnalazioni, anno dopo anno, estate dopo estate, deve essere visto come un campanello di allarme, un segnale di un'inciviltà crescente che dovrebbe far paura a tutti, anche ai non-animalisti. E viene sempre da chiedersi quale uomo sia quello che, con una spietata insensibilità, riesca a decidere di condannare un cane ad una morte quasi certa.

Nel luglio 2013, infatti, le denunce erano state 900. Non è andata meglio il mese passato: a giugno sono stati avvistati almeno 1.506 cani abbandonati.

A renderlo noto è stata l'Associazione italiana difesa animali e ambiente (Aidaa), che effettua anche una mappa in base ai dati raccolti. La regione in cui l'inciviltà è stata maggiore è la Puglia, con 221 cani vaganti per le strade e segnalati. A seguire, laSicilia (206) e la Campania (201). Al nord, invece, la regione peggiore è il Piemonte, con 67 casi, seguita da Emilia Romagna (65) e Veneto (61). La Lombardia si ferma a 34 segnalazioni, mentre dalla Valle d'Aosta sono pervenute 21 segnalazioni di cani vaganti. Tra le province, record negativo a Napoli e Roma con 45 segnalazioni ciascuna, mentre nessuna segnalazione da Trento, Bolzano, Aosta e Ravenna.

L'associazione Sociale e Sicurezza si chiede come sia possibile che un uomo spietato ed insensibile , riesca a decidere di condannare un cane ad una morte quasi certa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento