Posta Elettronica Certificata: se prima era utile, ora lo è di più!

Con l’avvento dal 1° gennaio della fatturazione elettronica, la PEC acquista nuove funzioni e aiuta il privato nella transizione

Ci hanno detto che dal 1° gennaio cambiava tutto, che con l’obbligo di fatturazione elettronica anche tra privati titolari di partita IVA sarebbe stato tutto più semplice, tutto più agile, tutto più automatico. Ci hanno detto che avremmo risparmiato in risorse umane e in cancelleria, e che avremmo reso più efficiente l’intero ciclo di fatturazione attivo e passivo. Ebbene, è tutto vero! La fatturazione elettronica funziona! A parte qualche tentennamento iniziale siamo riusciti a integrare il nuovo sistema nelle routine aziendali grazie ai software appositamente ideati che lavorano per noi e che ci aiutano a creare, emettere, ricevere e conservare le nuove fatture elettroniche in formato XML.

Ci sono però anche categorie di persone, come i privati cittadini, che pur ricevendo copia cartacea delle fatture elettroniche emesse nei loro confronti, potrebbero avere la necessità di ricevere gli originali delle fatture di aziende e professionisti, obbligati invece per legge a emetterle. Per queste categorie non ha senso sobbarcarsi il costo annuale di un canone per l’attivazione e l’utilizzo di un software che sia in grado di fare tutto e più del necessario, ma servirà invece uno strumento in grado semplicemente di ricevere e leggere il formato XML.

La soluzione è la Posta Elettronica Certificata, la PEC, già utilizzata quotidianamente per inviare documenti in una modalità che li renda validi ai fini legali quanto una raccomandata con ricevuta di ritorno. Oggi, integrando in essa la funzionalità di decodifica e lettura del formato XML, siamo in grado di utilizzarla per la ricezione di fatture elettroniche anche come alternativa ai software di gestione attualmente sul mercato. Una bella comodità!

Aruba propone Leggi Fatture, un servizio pratico e innovativo di visualizzazione delle fatture elettroniche ricevute tramite PEC. Utilizzando questo canale per l’invio delle fatture elettroniche, il servizio consente al destinatario, titolare della PEC, di ricevere i documenti in formato XML transitati dal Sistema di Interscambio dell’Agenzia delle Entrate (SDI) direttamente nella propria casella di posta certificata, raccogliendole all’interno di una specifica cartella automaticamente creata all’interno della propria Webmail PEC e nell’app Aruba PEC Mobile. La lettura delle fatture in formato XML tramite PEC avviene grazie all’immagine in anteprima delle stesse, visualizzabile comodamente online con un semplice click. Altro punto a favore della comodità e velocità del servizio è il fatto che le PEC contenenti fatture elettroniche verranno contrassegnate da un’apposita icona che permetterà di renderle immediatamente visibili nella posta in arrivo.

A tutto ciò si aggiunge la convenienza indiscussa di attivare una PEC con Aruba a partire da soli 5,00 € + IVA all’anno, con già integrato il servizio Leggi Fatture che offre il software necessario per leggere il formato XML.

Se invece conosci già la PEC di Aruba e la usi quotidianamente, puoi attivare il servizio Leggi Fatture, semplicemente dal tuo Pannello di Gestione Mail PEC.

Attivalo ora! Basta un click!

In Evidenza

I più letti della settimana

  • Vigili nella bufera, Raggi guarda Report e decide di ruotare gli agenti. In bilico il comandante Napoli

  • Primark inaugura a Roma: lunghe file dalle prime ore del mattino

  • Roma, la mappa del contagio dell'ultimo mese: ecco i municipi e i quartieri con più casi

  • Apre Maximo Shopping Center, un nuovo centro commerciale a Roma: 160 negozi sulla Laurentina. Grande attesa per Primark

  • La pasticceria di Roma premiata con "Tre Torte" dal Gambero Rosso: è tra le migliori d'Italia

  • Tamponi in farmacia a Roma e nel Lazio: dove farli. L'elenco completo e gli indirizzi

Torna su
RomaToday è in caricamento