Come affrontare le patologie prostatiche: prevenzione e trattamenti all'avanguardia

Tumore alla prostata e ipertrofia prostatica, il trattamento microinvasivo preserva le funzioni biologiche maschili

La prostata é una ghiandola dell’apparato genitale maschile che si trova sotto la vescica, davanti al retto. Contribuisce alle funzioni riproduttive ed è regolata dagli ormoni maschili e, come altre ghiandole, è esposta al rischio di sviluppare una neoplasia.
Il tumore alla prostata, tra l’altro, è quello che, maggiormente, colpisce gli uomini dei Paesi occidentali, soprattutto a partire dai 50 anni di età.
Pur non essendo ancora chiari i fattori scatenanti del tumore prostatico, sono però stati individuati i fattori di rischio che possono contribuire all'insorgere di tale malattia, come familiarità, predisposizione genetica, fumo, tipologia di occupazione, regime alimentare ricco di grassi saturi, scompensi ormonali (ad esempio alti livelli di testosterone), età avanzata.

Come per altre patologie, il modo migliore per tenere sotto controllo la situazione è la prevenzione, in quanto il tumore della prostata è, nella maggior parte dei casi, asintomatico. Sintomi ostruttivi o irritativi come la riduzione del getto o l'aumento della frequenza urinaria, spesso anche notturna, sono invece i classici sintomi riconducibili alla ipertrofia benigna della prostata.

Prevenzione e diagnosi, uniti alle innovazioni mediche, consentono di affrontare in maniera più efficace e tempestiva un’eventuale insorgenza di tumore.
In caso venisse diagnosticata una neoplasia alla prostata o una ipertrofia prostatica benigna, infatti, vi sono trattamenti estremamente efficaci quali, ad esempio, l’EchoLaser. Si tratta di un innovativo laser interstiziale a diodi, il cui raggio produce un effetto di cavitazione all’interno dell’organo. Questo sistema, grazie alla sua interfaccia, permette di pianificare nei minimi dettagli l’intervento e di avere un controllo real-time del trattamento. L’intervento, non chirurgico, è microinvasivo, con atraumaticità per il paziente.

Tale dotazione è presente presso l’Ospedale San Carlo di Nancy di Roma, accreditato con il Servizio Sanitario Nazionale. Per seguire il paziente, l’Ospedale ha istituito un percorso urologico, che inizia con uno screening precoce e con una visita specialistica, così da consentire di individuare eventuali disturbi che coinvolgono la via urinaria o disturbi ostruttivo-irritativi.

Spiega il prof. Pierluigi Bove, responsabile dell’UO di Urologia all’Ospedale San Carlo di Nancy:

 “EchoLaser rientra nel percorso di prevenzione che stiamo promuovendo, in cui il paziente che giunge in ospedale, si sottopone in primis ad una visita specialistica ed esegue il dosaggio del PSA. In questa sede vengono valutati eventuali sintomi urinari e siamo così in grado di procedere ad una diagnosi precoce, anche attraverso l’uso dell’ecografia prostatica transrettale o della Risonanza Magnetica.Successivamente, qualora ci sia il sospetto di lesioni, viene effettuata una biopsia fusion, esame che, grazie alla sovrapposizione delle immagini della RM e dell’ecografia, permette di individuare al millimetro le aree sospette di tumore.”

Nel caso venga diagnosticata una neoplasia prostatica o ipertrofia prostatica benigna, si può intervenire con il sistema EchoLaser.
L’intervento è microinvasivo, avviene per via percutanea e permette,con l’introduzione attraverso la cute del perineo di due piccoli aghi del diametro di 0,8 mm, di trattare la prostata, evitando di intaccare la via urinaria.

Grazie alla guida ecografica e al software di pianificazione dell’intervento, il medico posiziona in maniera rapida e precisa più applicatori della luce laser contemporaneamente,  monitorando in tempo reale l’azione del fascio di luce sull’area da trattare.
Il trattamento, inoltre, offre numerosi vantaggi al paziente che vi si sottopone.
In primis, l’operazione può essere eseguita in anestesia locale, così da poter trattare anche i pazienti che non potrebbero sostenere un’anestesia totale. Inoltre, si tratta di un intervento davvero rapido: il trattamento, infatti, dura solo 10 minuti.
Altro aspetto importante, tramite EchoLaser si preservano le funzioni erettili e la continenza del paziente: strutture nervose e fibre muscolari, infatti, non vengono intaccate.

Per avere maggiori informazioni in merito, è Possibile contattare la struttura al numero 0639976111; oppure, è possibile compilare il form presente sul sito.

L’Ospedale San Carlo Nancy si trova in via Aurelia 275, a Roma.

In Evidenza

I più letti della settimana

  • Roma, la mappa del contagio dell'ultimo mese: ecco i municipi e i quartieri con più casi

  • Camorra, "a Roma comanda tutto lui": il cartello della droga di Michele Senese. Ecco come aveva diviso la Capitale

  • Incidente sulla Pontina: l'auto ha un'avaria, lui scende e viene investito da un tir. Morto 43enne

  • La montagna vicino Roma: 5 escursioni a due passi dalla Città eterna

  • Choc nel parcheggio del supermercato: cliente non lascia il carrello al mendicante e finisce ferito in una pozza di sangue

  • Saldi, a Roma e nel Lazio si parte un mese prima: lo shopping natalizio sarà all'insegna degli sconti

Torna su
RomaToday è in caricamento