Partner

La rivoluzione dell'agricoltura parte da Roma

Recarsi direttamente in un’azienda agricola e ordinare prodotti non è sempre possibile. Per fortuna è nato a Roma uno strumento innovativo

Agricoltura” e “online” sono due parole distanti? A quanto pare non più.
Certo, il vantaggio di recarsi direttamente in un’azienda agricola per acquistare prodotti di qualità è senza dubbio evidente. Non è solo un modo consapevole e diretto di fare la spesa (il classico detto “dal produttore al consumatore”) ma anche una possibilità effettiva di godersi una passeggiata fuori porta, lontano dai rumori e dalla frenesia della vita cittadina.

Quando però la distanza diventa considerevole e il tempo a disposizione scarso, ecco che godere della comodità di un semplice clic risulta molto più intuitivo e semplice. 

La rivoluzione di un marketplace agricolo

Per venire incontro ad una richiesta sempre più alta di prodotti contadini e di qualità, ecco che nasce a Roma Cuc.bio, un marketplace che ha rivoluzionato le abitudini alimentari dei cittadini romani mettendoli direttamente in connessione con le aziende agricole locali.

In questo modo la tradizione millenaria agricola incontra la tecnologia, coniugando l’estrema praticità della consegna a domicilio con il ritmo della natura. L’esigenza di risparmiare tempo prezioso si incontra con il bisogno di mangiare in modo sano ed etico.

Prodotti sempre freschi a portata di clic

Con un semplice clic sul sito o tramite l’app “Cuc” è possibile ordinare la propria spesa.
I prodotti provengono principalmente da aziende agricole di Campagna Amica, fiore all’occhiello di Coldiretti e dell’agricoltura italiana.
Quindi un marketplace di prodotti agricoli? Non solo, è la filiera della freschezza che finalmente ha uno sbocco reale. Si ordina con 48 ore di anticipo e tutta la spesa che si riceve è prodotta su ordinazione, quindi non si potrà mai ricevere un prodotto che non sia fresco.

Oltre a questo, la start up Cuc.bio è costantemente impegnata nella ricerca e nello sviluppo di nuove funzionalità tecnologiche che possano rendere sempre più ingaggiante ed anche economicamente sostenibile l’esperienza d’acquisto degli utenti. Infatti, ad oggi, è l’unico marketplace "agricolo" che premia i propri clienti attraverso sistemi di cashback e reward e che consente il pagamento online tramite ticket restaurant.
L’ultima novità si chiama “Porta un amico” e permette di invitare amici a registrarsi sul marketplace tramite un codice univoco e di generare cashback su ogni ordine effettuato dalle persone invitate.

Investimenti con un occhio di riguardo verso l’ambiente

“È tempo che viaggino le idee, non le merci”, ha dichiarato Luigi Sciacca, fondatore di Cuc.bio, superando inoltre le logiche di trasporto delle materie prime e il conseguente inquinamento.

Il modello proposto da Cuc.bio si sta sempre più affermando in Italia e mira a stravolgere le nostre abitudini alimentari, proponendosi come capofila di un movimento utile e necessario tanto per l’ambiente quanto per le esigenze culinarie del consumatore, come certificato dai recenti investimenti nella startup da parte di Millenials Spa, società informatica, Next Adv, Digital Company specializzata nel mondo start up e Agrifain Srl società che opera nell’agroalimentare.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La rivoluzione dell'agricoltura parte da Roma

RomaToday è in caricamento