Roma: una preziosa alleata nella lotta allo spreco alimentare

La città e i suoi abitanti sostengono le iniziative volte a far fronte a questo diffuso problema

Roma, città eterna, cuore pulsante del Belpaese, è caratterizzata da una bellezza unica e particolare.
Il suo fascino è determinato, anche, dalle sue contraddizioni, dall’arte che la permea in ogni angolo, dalla ricca tradizione enogastronomica profondamente radicata nel territorio. Il cibo, infatti, riveste un ruolo importante e affonda le sue radici nella tradizione: piatti semplici, pratici, ma ricchi e saporiti.
E i romani rappresentano perfettamente il pragmatismo e la complessità della loro città d’origine: sono, infatti, vivaci, dotati di pungente ironia e con grande capacità di mettersi in gioco.
Quando si presenta loro una sfida, infatti, non si tirano indietro, ma la affrontano in maniera energica.
Una di queste sfide è la lotta allo spreco alimentare.

Una “Magica” alleata nella lotta allo spreco alimentare

Ecco perché Too Good To Go è stata accolta con entusiasmo da commercianti e clienti romani: in soli due anni, infatti, ben 1000 esercizi commerciali hanno aderito al servizio, cogliendo l’opportunità di offrire i prodotti invenduti ad un terzo del prezzo originale.
Grazie alla pratica App, qualsiasi tipo di esercizio commerciale che si occupi di alimentari, si tratti di bar, gelaterie, pasticcerie, ma anche supermercati, può recuperare gli invenduti del giorno, inserendoli in una Magic Box.
Sembra proprio che l’iniziativa sia piaciuta ai clienti romani, dato che, in meno di due anni, sono state acquistate ben 350.000 Magic Box.
Ovviamente, l’apprezzamento non poteva che essere espresso con il tocco personale dei cittadini romani, in onore del quale la Magic Box è stata ribattezzata “la Magica”, calandola, a tutti gli effetti, nella romanità.
L’iniziativa di Too Good To Go, però, non ha nessuna intenzione di fermarsi qui: si propone, infatti, di continuare ad espandersi, fino a coprire, completamente, tutta la Regione; già nei Castelli Romani, ad esempio, sono 70 gli esercenti che hanno accolto la possibilità di combattere lo spreco alimentare tra cui il Bar Pasticceria Sesta ad Albano Laziale, Il Fornaretto a Frascati, Pomme Pasticceria e Pizzeria da Franca a Grottaferrata e Mela Verde a Genzano.
L’intenzione è che il 2021 veda il raggiungimento di nuovi traguardi.

Ecco come funziona l’App antispreco

Too Good To Go è nato in Danimarca nel 2015, proprio con lo scopo di combattere lo spreco alimentare.
Ad oggi è presente in ben 15 Paesi e ha un bacino di utenza di oltre 30 milioni di persone, ma la sua diffusione è in costante aumento.
To Good To Go è apprezzato anche per la sua semplicità e praticità: basato sull’App, consente, ai commercianti, di inserire, nell’App, le Magic Box pronte al ritiro, mentre gli acquirenti possono verificare la disponibilità di Box nella propria zona, grazie alla geolocalizzazione
Le Magic Box sono composte da una selezione di prodotti basata sugli invenduti della giornata, che sono, quindi, diversi ogni giorno.
I clienti pagano la Box direttamente online, così da evitare lo scambio di cartamoneta, meno igienico.
Inoltre, i ritiri sono programmati in determinate fasce orarie, che coincidono con i momenti di minor affluenza: in questo modo, si evitano le lunghe attese e gli assembramenti.

L’App di Too Good To Go è disponibile sia su Google Play che su Apple Store.
 

In Evidenza

I più letti della settimana

  • Coronavirus a Roma e nel Lazio, il bollettino dei nuovi contagi: i dati dell'11 aprile 2021

  • Coronavirus, dal 26 aprile la zona gialla: ecco cosa cambia

  • Voragine sui Colli Portuensi, camion sprofonda nell'asfalto

  • Modella americana precipita dalla finestra del B&B e muore

  • Guardia giurata pulisce la pistola, parte un colpo e uccide la cognata

  • Coronavirus a scuola, a Roma oltre 100 classi in quarantena: torna la didattica a distanza

Torna su
RomaToday è in caricamento