Ecco come il digitale si mette a servizio dell’Università

Dai necessari accorgimenti assunti durante il lockdown alle nuove soluzioni per ricominciare a frequentare in presenza

Durante il lockdown, la possibilità di usufruire del digitale, ha permesso di continuare alcune delle attività quotidiane in tutta sicurezza. Per quanto riguarda gli universitari, questa soluzione è stata un buon compromesso per non perdere le lezioni.

Molti atenei, in effetti, continuano ad affiancare l’opzione dell’online al ritorno in aula, così da poter gestire queste condizioni eccezionali in completa sicurezza.

Lezioni a distanza: la nuova frontiera della formazione

È il caso dell'Università Roma Tre, che continua a mantenersi fedele al proprio motto  “Se non potrai venire a Roma, potrai seguire Roma Tre anche online”, conservando la possibilità di seguire le lezioni in via telematica. Tutte le attività che si svolgeranno in aula, infatti, saranno trasmesse anche online.

Per gli studenti fuori sede, ad esempio, può risultare eccessivamente oneroso seguire in presenza tutte le lezioni e questa soluzione contribuisce a risolvere il problema.

Si garantisce, così, la continuità del legame con gli studenti, offrendo a tutti la possibilità di poter usufruire della qualità di un grande Ateneo Pubblico.

L’Università Roma Tre, infatti, non si è mai fermata e ha continuato a lavorare per offrire ai propri studenti tante opportunità, anche attivando una serie di iniziative volte a supportarli.

L’Ateneo ha predisposto, ad esempio, un’app per permettere a tutte le matricole e agli altri studenti di prenotare il proprio posto in aula, così da poter garantire una permanenza controllata e sicura.

Infatti, l’Università Roma Tre crede fortemente nella formazione fatta in presenza, pur riconoscendo l’utilità e la necessità di proseguire, in alcuni casi, con le lezioni da remoto.

Perciò, si è anche attivata per garantire la frequenza in aula per tutte le annualità in alcuni dipartimenti, sempre in totale sicurezza, così come si ritornerà all’utilizzo dei laboratori.

Anche gli esami, già dalla sessione di settembre, sono tornati a svolgersi presso le aule dell’Ateneo.

In particolare, Roma Tre si è prodigata per permettere alle matricole di iniziare il loro percorso universitario in loco, per trasmettere loro il senso di un’università come spazio fisico di relazioni e di rapporti, con la scienza e con il sapere.

Sostenibilità e impatto ambientale: due temi cruciali per l'Università Roma Tre

L’Università Roma Tre ha inoltre dimostrato grande attenzione ad uno dei temi più attuali: quello della sostenibilità e dell’impatto ambientale, già manifestata con la campagna “The message is the bottle”, che ha visto la distribuzione di ben 34.000 borracce ai propri studenti, nonché la progettazione ecosostenibile del nuovo Rettorato.

Seguendo questo trend, il Dipartimento di Scienze ha inaugurato quest’anno il corso di “Scienze per la protezione della natura e la sostenibilità ambientale”, una laurea triennale dedicata a chi sa che per proteggere e amare la natura bisogna prima studiarla e conoscerla.

Inoltre, l’Ateneo ha dato il via ad un ciclo di lezioni multidisciplinari rivolto a tutti i suoi studenti e dedicato all’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite. Si manifesta, così, la volontà di formare e approfondire i 17 obiettivi tematici destinati a disegnare un futuro più sostenibile (temi che spaziano dall’acqua al clima, dall’economia alla politica). L’attività, che avrà inizio durante il secondo semestre, si articola in una parte comune, con i massimi esperti del mondo della sostenibilità, e in una parte di approfondimento, differenziata a seconda dei dipartimenti o corsi di studio.

L’Università Roma Tre ha poi deciso, per celebrare i 5.000 studenti laureati in questi mesi, di dedicare loro 12 alberi, uno per ciascun dipartimento, sottolineando la similitudine tra gli alberi e gli studenti: come gli alberi, i neolaureati metteranno radici e daranno ossigeno a una società che sempre più esige alta formazione e forti competenze.

Gli incentivi economici per gli studenti

L’Ateneo è, inoltre, consapevole delle difficoltà, anche economiche, che gli studenti e le relative famiglie hanno dovuto affrontare, per questo ha introdotto nuove, importanti, agevolazioni.

In primis, ha ulteriormente  esteso la soglia della no tax area per studenti con ISEE fino a € 20.500  e, a cascata, con esonero parziale previsto fino a € 30.000.

Ha poi previsto una riduzione del 20% delle tasse per tutti gli studenti che abbiano un fratello, sorella, genitore o figlio iscritto a un corso di laurea/laurea magistrale a Roma Tre e con ISEE pari o inferiore a € 30.000.

Si è anche pensato di un supporto per gli studenti più meritevoli: per chi si iscrive a un corso di laurea triennale con votazione di maturità pari o superiore a 95/100 e per gli iscritti a corsi di laurea magistrale con votazione alla laurea triennale tra 106 e 110, vi sarà una riduzione del 50%.

La crisi sanitaria e la situazione geologica in Italia hanno dimostrato le carenze di personale preparato ad affrontare scientificamente tali emergenze. A tale carenza Roma Tre ha risposto con più geologi, più matematici e più fisici; per questo motivo è stato predisposto l’esonero totale per gli immatricolati ai corsi di laurea in Fisica, Matematica e Scienze Geologiche.

Infine, sono stati messi a disposizione delle matricole 500 computer portatili, assegnati sulla base dell’ISEE, a coloro che avranno completato l’iscrizione entro il 30 settembre, e che ne avranno fatto domanda.

Gli obiettivi futuri: un Ateneo giovane che continua a crescere

L’Università Roma Tre continua a dimostrarsi al passo coi tempi; questo forse, è dovuto anche al fatto che si tratta di un Ateneo giovane: è nata, infatti, nel 1992. Eppure, ha rapidamente incrementato sia il numero dei corsi di studio offerti che l’afflusso di studenti.

Ad oggi, conta 12 dipartimenti che offrono corsi di Laurea, Laurea magistrale, Master, Corsi di perfezionamento, Dottorati di ricerca e Scuole di specializzazione.

Come risulta evidente dalle iniziative promosse, tra i valori su cui si basa Roma Tre, si annoverano la promozione e l’organizzazione della ricerca a livello internazionale, l’alta formazione e lo sviluppo e diffusione dei saperi, la salvaguardia dell’ambiente, la solidarietà internazionale, i principi dell’uguaglianza tra i generi, la valutazione e incentivazione del merito.

L’Ateneo, inoltre, tiene in grande considerazione l’aspetto internazionale dell’istruzione, aderisce, tra l’altro, ai principi ispira­tori della Magna Charta Universitatum e dichiara la propria appartenenza allo Spazio Europeo della Ricerca e dell’Istruzione Superiore, di cui condivide principi e strumenti.

Per avere un’idea della filosofia dell’Università Roma Tre e di tutto quello che ha da offrire, o per iscriversi, è possibile visitare il sito.

In Evidenza

I più letti della settimana

  • "Stanno festeggiando Pasqua in casa": i vicini segnalano, i carabinieri arrivano e multano 10 persone

  • Orrore a Genzano: fa trekking, trova resti umani e frammenti di bare

  • Il virus viaggia su bus e treni a Roma: i Nas trovano tracce di Covid su pulsanti e maniglie

  • Roma e il Lazio tornano in zona arancione, venerdì il nuovo monitoraggio dell'Iss

  • Lazio in zona arancione, cosa si può fare e cosa è vietato: le regole

  • Terrore nella serata di Pasqua: sequestra i due figli piccoli e minaccia di ucciderli

Torna su
RomaToday è in caricamento