Con la ripresa il ritorno in ufficio si avvicina: ecco come renderlo moderno e funzionale

La tecnologia ripensa i flussi di lavoro e determina la riorganizzazione degli spazi, anche in vista della fase 2

Finalmente, dopo quasi due mesi di dati negativi, i bollettini giornalieri della protezione civile iniziano a sorriderci, il trend dei contagi pare ormai in calo e l’avvicinamento della ripresa non è più solo una speranza da inguaribile ottimista, ma una prospettiva reale.

In questo lasso di tempo – in cui lo smart working è stata la naturale risposta di molte aziende alle misure di quarantena del lockdown – abbiamo potuto notare lo straordinario potenziale della tecnologia, che ha permesso a molte realtà di sopravvivere ricostruendo flussi di comunicazioni e, attraverso la digitalizzazione di alcune dinamiche lavorative, ha garantito l’operatività di molte aziende malgrado la chiusura fisica delle sedi di lavoro.

Ma questa rivoluzione tecnologica, particolarmente evidente in regime di smart working, ha già avuto e avrà sempre di più un grandissimo impatto anche sull’organizzazione degli spazi negli uffici: non solamente computer, telefoni e fax, ma anche tablet, schermi LCD per la visione di presentazioni e documenti, videoproiettori e lavagne elettroniche sono diventati strumenti sempre più comuni all’interno dell’habitat lavorativo.

Vien da sé allora, al fine di ordinare e rendere funzionale l’ufficio, ripensare e armonizzare gli arredamenti con questi dispositivi tecnologici ormai necessari per lo svolgimento del lavoro.

In che modo? Come sempre incominciando dalla scrivania: se fino a qualche anno fa monitor ingombranti e antiestetici, nonché pericolosi cavi penzolanti, erano un male necessario, oggi si possono sfruttare le tecnologie LCD e LED degli schermi per guadagnare spazio sulla scrivania, e sistemi di flusso dati senza fili come Wifi e Bluetooth per mettere in sicurezza la postazione e ottenere al tempo stesso un risultato esteticamente soddisfacente.

Ancora più efficace è prevedere vani appositi per i dispostivi – telefoni fissi e computer in primis – o addirittura prevedere pareti attrezzate e personalizzabili sulla base della funzione degli specifici spazi.

Chiaramente, lo spazio all’interno dell’ufficio avrà le proprie esigenze: per le sale riunioni, o client room, saranno imprescindibili oggetti tecnologici quali sistemi di video conference all’avanguardia dalle elevate prestazioni audio-video, sistemi di lavagne con digital signage interattive, così da diventare veri e propri strumenti di lavoro; gli spazi comuni nell’ufficio dovranno diventare sempre più accoglienti per il maggiore utilizzo che se ne farà, e quindi dovranno avere zone lounge attrezzate con multiprese per l’utilizzo dello smartphone e del laptot o nelle zone di ristoro sedie sedie e tavoli che permetteranno anche di trattenersi per delle riunioni informali.

Onde non incorrere in errori e mancanze nello studio dell’arredo per l’ufficio, la soluzione più logica e naturale è quella di rivolgersi ad aziende specializzate del settore, come Sistema Ufficio.

Forte della sua esperienza trentennale, Sistema Ufficio propone diverse soluzioni di design, innovative, funzionali ed esteticamente impattanti, in grado di restituire al cliente workplace armonici, rispondendo alle sue esigenze con progetti sartoriali in grado di soddisfare i bisogni di ciascun locale dell’ambiente lavorativo.

In Evidenza

I più letti della settimana

  • Camorra, "a Roma comanda tutto lui": il cartello della droga di Michele Senese. Ecco come aveva diviso la Capitale

  • Incidente sulla Pontina: l'auto ha un'avaria, lui scende e viene investito da un tir. Morto 43enne

  • La montagna vicino Roma: 5 escursioni a due passi dalla Città eterna

  • Choc nel parcheggio del supermercato: cliente non lascia il carrello al mendicante e finisce ferito in una pozza di sangue

  • Saldi, a Roma e nel Lazio si parte un mese prima: lo shopping natalizio sarà all'insegna degli sconti

  • La voglia di festa sfida il Covid: in 34 assembrati in 70 metri quadri, la vicina chiama i carabinieri

Torna su
RomaToday è in caricamento