Come potenziare la classe energetica di casa senza spendere una lira

La tua scalata verso la più alta tra le classi energetiche inizia ora!

Casa vecchia e malandata? Bollette roventi? Siete tra gli ultimi della classe... energetica? Sappiate che siete in buona compagnia. Pensate che il 75% degli edifici esistenti in Italia è stato costruito oltre 40 anni fa e che più del 50% rientra nella classe peggiore, la G, quella dai consumi più alti e con le emissioni più elevate. Risultato: dolori per l’ambiente e per il portafoglio!

Una situazione a dir poco critica, confermata anche da una presenza di edifici di classe A, la migliore in termini di consumi e performance, che si aggira intorno a un misero 2%. Fortunatamente, però, le cose stanno cambiando e oggi esistono regole chiare per le nuove costruzioni, come l’obbligo di attingere da una fonte rinnovabile per almeno il 50% dell’energia utilizzata per il raffreddamento, il riscaldamento e per la produzione di acqua sanitaria, o la presenza di incentivi a sostegno di interventi di rinnovamento e miglioramento dell’efficienza energetica di casa.

Ed ecco infatti che, fresco di Decreto Rilancio approvato a maggio, arriva uno strumento di riqualificazione energetica che più conveniente non si può: il Superbonus 110%. In che consiste? Tutto ciò che viene speso per l’intervento di riqualificazione, non solo viene restituito interamente in 5 anni sotto forma di detrazione fiscale, ma viene rimborsato anche un ulteriore 10% aggiuntivo. Insomma, paghi 100? Ti rimborsano 110!

L’alternativa al Superbonus 110% è un altrettanto vantaggioso sconto immediato del 100% in fattura. Come ottenerlo? Grazie alla cessione del credito al fornitore che effettua i lavori o a un istituto di credito. 

Ma quali sono le regole del nuovo Superbonus 110%? Innanzitutto è concesso per edifici unifamiliari con riscaldamento autonomo, tipo villetta indipendente, o per edifici plurifamiliari con riscaldamento centralizzato, come i condomini. Grandi esclusi, quindi, sono gli edifici plurifamiliari ma con riscaldamento autonomo.

Altri particolari da considerare?

1- il miglioramento dovrà prevedere un salto di almeno 2 classi energetiche o comunque avere come obiettivo il raggiungimento della classe più alta possibile;

2- il Superbonus riguarderà le spese sostenute dal 1° luglio 2020 fino al 31 dicembre 2021 e sarà applicabile solo ad alcune casistiche d’intervento.

Bene, ora sappiamo che è tutto gratis: non resta che fare una scelta consapevole. Qual è quindi lo strumento più utile, più adatto e più performante sul mercato, che consenta di accedere senza problemi al Superbonus 110%?

Mai sentito parlare di pompa di calore? Una macchina elettrica in grado di estrarre calore da una fonte naturale (aria, acqua o terra) e trasferirlo all’interno di un edificio alla temperatura e nella modalità desiderata. Ebbene, oggi anche le pompe di calore si sono evolute, diventando ibride. Ora sono in grado di combinare al meglio la tecnologia della pompa di calore aria-acqua con quella di una caldaia a condensazione a gas di ultima generazione. Insomma, ormai fanno tutto da sole: scelgono in automatico quale dei due strumenti fare funzionare, alternativamente o anche in contemporanea, per ottenere sempre il maggior risparmio economico.

Un’ottima pompa di calore ibrida attualmente sul mercato è l’innovativo Daikin Multi + Hybrid che, con un minimo ingombro, è abbinabile a sistemi di riscaldamento classici come i termosifoni o a sistemi di riscaldamento a pavimento radiante.

Daikin, forte di oltre 90 di esperienza nel settore, con Multi + Hybrid, riesce dunque a sfruttare tecnologie di ultima generazione per coprire tutte le esigenze domestiche: efficienza e risparmio nel riscaldamento, flessibilità nella climatizzazione estiva garantita dal poter splittare fino a 4 unità interne e rapidità di una caldaia a condensazione nella produzione di acqua calda sanitaria. Senza contare l’attenzione sempre costante alle istanze ambientali ed ecosostenibili, nel porre energie rinnovabili e a bassi consumi al centro della propria offerta.

Insomma, tra eccezionali superbonus, tecnologie performanti e l’eterna riconoscenza dell’ambiente in cui viviamo, di motivi per passare a Daikin Multi + Hybrid, dovrebbero essercene in abbondanza. Un ulteriore sprone per togliersi gli ultimi dubbi, chi vive a Roma potrà trovarlo da Clima Store, il rivenditore Daikin che da più di 20 anni, con professionalità e competenza, garantisce consulenze personalizzate, installazioni certificate di altissima qualità e un’assistenza tecnica post-vendita impeccabile.

Insomma, il momento è propizio. La scalata verso le classi energetiche più alte, convenienti ed ecosostenibili inizia ora!

In Evidenza

I più letti della settimana

  • "Stanno festeggiando Pasqua in casa": i vicini segnalano, i carabinieri arrivano e multano 10 persone

  • Orrore a Genzano: fa trekking, trova resti umani e frammenti di bare

  • Il virus viaggia su bus e treni a Roma: i Nas trovano tracce di Covid su pulsanti e maniglie

  • Roma e il Lazio tornano in zona arancione, venerdì il nuovo monitoraggio dell'Iss

  • Lazio in zona arancione, cosa si può fare e cosa è vietato: le regole

  • Terrore nella serata di Pasqua: sequestra i due figli piccoli e minaccia di ucciderli

Torna su
RomaToday è in caricamento